Sabato, 24 Luglio 2021
Università

La classifica Censis delle università italiane: la d’Annunzio penultima tra le 'grandi'

L’ateneo di Chieti-Pescara 18esimo su 19 università italiane classificate come ‘grandi’, che hanno cioè da 20.000 a 40.000 iscritti

Anche quest’anno il Censis ha pubblicato la classifica delle università italiane: una analisi articolata del sistema universitario italiano suddivisa in atenei statali e non statali e categorie omogenee per dimensioni.

L’università’Annunzio di Chieti-Pescara si posiziona al penultimo posto nella graduatoria degli Atenei statali classificati come ‘grandi’, che hanno cioè da 20.000 a 40.000 iscritti. Con un punteggio pari a 78,3, la d’Annunzio si colloca in 18esima posizione, a chiudere la classifica prima dell’università di Messina (76,5). É invece l’università di Perugia a mantenere la posizione di vertice tra i grandi atenei statali, ottenendo un punteggio complessivo di 93,3.

punteggi censis univertsità-2

A concorrere alla definizione del punteggio del Censis sono la valutazione delle strutture disponibili, dei servizi erogati, del livello di internazionalizzazione, della capacità di comunicazione 2.0 e della occupabilità.

Nello specifico, la performance migliore dell’università d’Annunzio riguarda le strutture disponibili, che sono migliorate notevolmente negli ultimi due anni con un punteggio di 91; bene anche la comunicazione e i servizi digitali con 89 punti. L’analisi evidenzia invece un calo di borse di studio nell’ultimo anno e dell’occupabilità.

immagine_2021-07-19_121159-2

Per quanto riguarda le altre classifiche, tra i mega atenei statali (quelli con oltre 40.000 iscritti) si confermano sul podio l’università di Bologna, prima con un punteggio complessivo pari a 91,8, inseguita come gli scorsi anni dall’università di Padova con un punteggio pari a 88,7, dalla Sapienza di Roma che con 85,5 sale dal quarto al terzo posto, mentre l’università di Firenze retrocede dal terzo al quarto, riportando il valore complessivo di 85,0.

L’università di Trento invece continua a guidare la classifica dei medi atenei statali (da 10.000 a 20.000 iscritti), con un punteggio complessivo pari a 97,3; in tale classifica l’università dell’Aquila è terzultima (80,7 punti). 

Tra i 9 piccoli atenei statali (fino a 10.000 iscritti) difende la sua prima posizione l’università di Camerino (98,2),  in Abruzzo l’università di Teramo perde posizioni e si piazza settima (83,5).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La classifica Censis delle università italiane: la d’Annunzio penultima tra le 'grandi'

ChietiToday è in caricamento