Venerdì, 15 Ottobre 2021
Formazione

Servizio civile universale: 60 giovani impegnati nel parco nazionale della Maiella

I volontari hanno iniziato il servizio nelle sedi del parco e nelle sedi di accoglienza dei 17 Comuni che collaborano con l’area protetta

Sono iniziati lo scorso 16 settembre i progetti del servizio civile universale nel parco nazionale della Maiella: 60 i giovani volontari che prestano servizio nelle sedi del parco e nelle sedi di accoglienza dei 17 Comuni che collaborano con l’area protetta.

La tutela e la conservazione della biodiversità abbinate alla valorizzazione ed alla promozione culturale e sociale sono i temi che saranno approfonditi e sui quali saranno impegnati i volontari per un ianno.

Per il presidente del parco, Lucio Zazzara: “Il servizio civile rappresenta un’opportunità di crescita per i volontari, ma certamente anche per il parco. Un anno di esperienze e di condivisione di valori, un anno per approfondire le problematiche della gestione, ma anche grandi soddisfazioni. I volontari certamente aiuteranno il parco a raggiungere gli obiettivi di protezione e valorizzazione delle straordinarie peculiarità naturalistiche e culturali del nostro territorio”.

Il parco nazionale della Maiella è stato il primo ente parco in Italia ad ottenere l’iscrizione dell’elenco degli enti di servizio civile universale. Un traguardo che si è concretizzato con la partenza del primo programma “Maiella, Natura e Cultura” e dei due progetti “Maiella, scrigno di biodiversità” e “Maiella, cultura dell’accoglienza e sviluppo sostenibile”, scelto da oltre 130 giovani aspiranti volontari.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio civile universale: 60 giovani impegnati nel parco nazionale della Maiella

ChietiToday è in caricamento