rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Economia San Salvo

Vertenza Denso, la Fiom Cgil invoca contratti di solidarietà o meccanismi di rotazione

Il sindacato chiede che venga trovato un accordo che non discrimini e non penalizzi i lavoratori

Continuano gli incontri per cercare di trovare soluzioni alla complessa vertenza Denso. 

"Ormai - spiega la Fiom Cgil Chieti - siamo agli sgoccioli della cassa integrazione ordinaria e l’azienda ha la necessità di utilizzare un nuovo ammortizzatore sociale. Come Fiom riteniamo sia necessario lavorare su un meccanismo solidale o attraverso i contratti di solidarietà o attraverso meccanismi di rotazione concordati e controllabili dai Lavoratori. Consapevoli che ci troviamo a gestire un lungo periodo di ammortizzatori sociali, senza meccanismi chiari di rotazione la Fiom non è disponibile a firmare accordi".

Per il sindacato è "fondamentale che venga trovato un accordo che non discrimini e non penalizzi i lavoratori. In riferimento alla crisi produttiva in atto, per la Fiom è sicuramente importante che si cerchi di acquisire lavorazioni da altri siti Denso, al fine di tamponare l’attuale crisi di commesse, ma resta fondamentale che ci sia chiarezza su progetti concreti a medio-lungo termine".

Il sindacato chiede dunque che "il nuovo piano degli investimenti presentato dall’azienda venga formalizzato integrandolo nell’accordo del 23 settembre 2021".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Denso, la Fiom Cgil invoca contratti di solidarietà o meccanismi di rotazione

ChietiToday è in caricamento