rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Economia Centro Storico

"Ente manifestazioni e tavolo Comune-associazioni", le proposte di Confartigianato

Confartigianato incontra l'assessore alle attività produttive Carla Di Biase e lancia sei proposte per rendere Chieti di nuovo attraente. Tra le priorità della Di Biase, anche la riapertura dell'area esterna della Civitella e gli eventi tutto l'anno

Sei suggerimenti pratici per rilanciare la città e, di conseguenza, il commercio e l’artigianato sono stati lanciati da Confartigianato in occasione del consiglio direttivo dell’associazione all’assessore comunale alle Attività produttive, Carla Di Biase. “Chieti - afferma Francesco Angelozzi, presidente provinciale di Confartigianato Imprese Chieti-  deve tornare ad essere attraente sia per chi la abita quotidianamente che per chi la viene a visitare. Riteniamo che il commercio e l’artigianato possano rappresentare il traino per dare al capoluogo teatino un nuovo corso. Abbiamo la necessità stringente di arginare lo svuotamento progressivo del centro storico ripristinando le condizioni per tornare a vivere la parte alta della città attraverso la creazione di luoghi fisici in cui incontrarsi e fare comunità sia nelle ore lavorative che nelle fasce orarie tradizionalmente dedicate al tempo libero, sette giorni su sette, tutto l’anno”.

Queste, dunque, le proposte girate all’amministrazione comunale. “Chiediamo l’istituzione di un tavolo di confronto permanente tra l’ente e le associazioni di categoria per affrontare le problematiche che affliggono la città ma soprattutto per discutere le soluzioni di rilancio del capoluogo teatino. Inoltre - spiega Angelozzi- auspichiamo la pubblicazione di un bando per favorire l’insediamento di nuove attività produttive in centro storico con la concessione di piccoli finanziamenti a fondo perduto, nell’ordine delle 10 mila euro al massimo, da erogare a chi vuole fare impresa in centro. L’istituzione della “no-tax area” va bene ma non basta". La Confartigianato, poi, chiede al Comune di creare un Ente Manifestazioni che possa raccogliere tutte le iniziative presenti in città, dalla Settimana Mozartiana ai Buskers, dagli Eventi Scalini al Chocofestival, passando per tutte le attività di lirica e prosa organizzate dal Teatro Marrucino fino ad arrivare alla parte concertistica che potrebbe essere allestita, ad esempio, nell’anfiteatro della Civitella.  Confartigianato auspica quindi la realizzazione di un cartellone unico di eventi in città da programmare in largo anticipo e chiede all’amministrazione di continuare a sostenere il Chocofestival, kermesse a marchio Confartigianato, che quest’anno taglia il traguardo della settima edizione, in modo da estendere la fiera del cioccolato artigianale su l’intero centro storico. Infine l’attenzione della Confartigianato si sposta sui parcheggi in centro. “E’ fondamentale - dice Claudio Di Marzio, presidente cittadino di Confartigianato - favorire la permanenza in centro storico di turisti e cittadini. In tal senso auspichiamo che ci sia più tolleranza nel caso in cui i talloncini dei parcheggi a pagamento siano scaduti. Al posto delle sistematiche multe comminate in queste settimane, tra le lamentele generali dei nostri associati, sarebbe il caso di consentire il pagamento della tariffa suppletiva”.

L’assessore Di Biase ha confermato che il tavolo di confronto permanente con le associazioni di categoria cittadine è in fase di istituzione. "Tra le priorità del mio assessorato - ha aggiunto l'assessore -  c’è la riapertura dell’area esterna della Civitella che può essere il vero volano di sviluppo della città con l’organizzazione di manifestazioni di qualità tutto l’anno”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ente manifestazioni e tavolo Comune-associazioni", le proposte di Confartigianato

ChietiToday è in caricamento