rotate-mobile
Economia

Nasce Tua, la Società unica abruzzese dei trasporti

Approvata la fusione tra Arpa, Ferrovia Adriatico-Sangritana (Fas) e Gestione trasporti metropolitani (Gtm). La sede legale sarà a Chieti, le due sedi operative invece saranno a Lanciano e Pescara

E’ nata la società unica dei trasporti (Tua): fusione tra Arpa, Ferrovia Adriatico-Sangritana (Fas) e Gestione trasporti metropolitani (Gtm). Il progetto è stato approvato ieri a Pescara dando il via libera allo Statuto sociale della nuova società e al Piano strategico 2014-2019.

La nuova società, sarà assoggettata a controllo analogo della Regione Abruzzo, unica proprietaria delle quote. La sede legale sarà a Chieti, mentre due sedi operative saranno a Lanciano e Pescara. Tua sarà strutturata in due divisioni: trasporto ferroviario e trasporto automobilistico su gomma, con un  capitale sociale pari a 39 milioni di euro, 1620 dipendenti, mentre ammonteranno, 890 autobus e 38 treni in dotazione.

Entro 60 giorni si procederà all'atto di fusione vero e proprio, con la elencazione dei beni mobili e immobili, mentre si avvierà l'iter per l'iscrizione di Tua al registro per le imprese. Per effetto della fusione per incorporazione, Arpa spa subentra in tutto al patrimonio attivo e passivo e ai rapporti giuridici attivi e passivi delle due società incorporate.

“La riforma giunge al traguardo dopo 10 anni di intenso  lavoro e che ha visto la Fit e la Cisl impegnati in prima linea - commentano Maurizio Spina e Alessandro Di Naccio, segretari generali Fit e Cisl, -Adesso inizia la fase delicata relativa all’armonizzazione della contrattazione di secondo livello, oltre alla necessità di prevedere un servizio efficiente ed efficace. Alla fine del processo di riforma l’Azienda unica deve essere competitiva non solo al livello regionale ma anche nazionale. Questo processo di fusione - aggiungono - rappresenta una vera e propria svolta nel settore del trasporto su gomma, con una forte attenzione ai livelli occupazionali, ai servizi al cittadino e supera le dimensioni campanilistiche in una logica di rete, con una offerta flessibile in rapporto ai bisogni e alla domanda. Sul versante tariffe si dovrà tendere verso un sistema tariffario integrato regionale, cioè un unico titolo di viaggio per una pluralità di sistemi di trasporto”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce Tua, la Società unica abruzzese dei trasporti

ChietiToday è in caricamento