Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

Il dopo Angelucci alla Camera di Commercio, la Cna: "No a rivendicazioni di diritti di esclusiva sulla carica"

I presidenti della Confederazione nazionale dell’artigianato di Chieti e Pescara chiedono subito una soluzione autorevole dopo le dimissioni di Mauro Angelucci

"Occorre individuare rapidamente un’autorevole soluzione per dare alla Camera di Commercio di Chieti-Pescara la pienezza del proprio assetto istituzionale". Lo affermano in una nota congiunta i presidenti della CNA di Chieti e Pescara, Giuseppe Troilo e Cristian Odoardi, in relazione alle recenti dimissioni del presidente dell’Ente camerale Mauro Angelucci.

A detta di Troilo e Odoardi, che "ringraziano il presidente uscente per il lavoro svolto in un anno particolarmente delicato per la CCIAA, esistono all’interno dell’attuale Giunta dell’Ente, che è espressione della pari dignità delle sue diverse componenti e della complessa e variegata realtà imprenditoriale dei due territori, risorse dotate di quell’esperienza, di quel prestigio e soprattutto di quell’autorevolezza che appaiono in grado di risolvere velocemente la crisi aperta dalle dimissioni di Angelucci. Garantendo così continuità con il processo di riforma in corso. Altri percorsi, corredati di riti bizantini o rivendicazioni di diritti di esclusiva sulla carica - concludono Troilo e Odoardi - non possono e non devono essere presi in considerazione, tanto più in un passaggio delicato come l’attuale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dopo Angelucci alla Camera di Commercio, la Cna: "No a rivendicazioni di diritti di esclusiva sulla carica"

ChietiToday è in caricamento