Giovedì, 29 Luglio 2021
Economia

Pubblicato il bando per il sostegno alle imprese della pesca marittima: stanziati 750mila euro

Possono proporre domanda gli armatori dei pescherecci iscritti, al momento della sospensione, nel Registro comunitario delle navi da pesca e in uno dei compartimenti marittimi della Regione

A partire da domani, 18 Giugno con scadenza 11 Luglio, sono aperti i termini per presentare domanda per ottenere i premi dopo l’arresto temporaneo delle attività di pesca dovuto all’emergenza sanitaria da Covid-19.

Le risorse disponibili sono pari a 750mila euro di finanziamento pubblico.

L’obiettivo è quello di compensare le perdite economiche subite dagli operatori della pesca marittima della Regione Abruzzo per il fermo delle attività avvenuto nel periodo compreso tra il 1° febbraio e il 31 dicembre 2020. Si tratta della Misura 1.33, lettera d) del Programma Operativo FEAMP 2014/2020.

Possono proporre domanda gli armatori dei pescherecci iscritti, al momento della sospensione, nel Registro comunitario delle navi da pesca e in uno dei compartimenti marittimi della Regione Abruzzo. Il premio da corrispondere alle imprese, per ogni imbarcazione, si calcola in base al numero di giorni di sospensione dell’attività di pesca e della stazza del peschereccio.

Le manifestazioni di interesse devono essere presentate alla Regione Abruzzo, Dipartimento Agricoltura, Servizio Sviluppo locale ed economia ittica, attraverso un’apposita piattaforma informatica all’indirizzo internet, dove sono riportate le istruzioni necessarie alla compilazione. 

L’Accesso alla piattaforma è consentito esclusivamente tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), almeno di livello 2.  E’ possibile visualizzare l’Avviso sul sito  nella specifica sezione dedicata al PO FEAMP 2014/2020 – Avvisi pubblici.

Le manifestazioni di interesse possono essere compilate sulla piattaforma informatica regionale dal soggetto richiedente nella persona del legale rappresentante o da un suo delegato. ?

“Il sostegno – ha commentato il vice presidente Imprudente con delega all’Agricoltura – mira a compensare le perdite subite dalle imprese di pesca e dai pescatori, per effetto dell’interruzione dell’attività cui sono stati costretti a causa dell’epidemia e dell’impatto che questa ha avuto sullo svolgimento del lavoro e sul mercato.. E’riservato a quelle imprese di pesca che hanno continuato a sostenere sia i costi per mantenere i pescherecci in attività, sia i costi del personale pur sospendendo l’attività con danni ingenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubblicato il bando per il sostegno alle imprese della pesca marittima: stanziati 750mila euro

ChietiToday è in caricamento