menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Internet super veloce, banda larga in 94 Comuni: ecco dove in provincia di Chieti

La Regione annuncia un investimento da 25 milioni di euro per far arrivare la banda ultra larga anche nelle aree rurali. I lavori a partire da luglio

Un investimento di circa 25 milioni di euro permetterà a 94 comuni abruzzesi di avere in tempi brevi la banda larga. Lo ha annunciato il presidente della Regione D'Alfonso in conferenza stampa  assieme all'assessore allo Sviluppo economico Dino Pepe e a Salvatore Lombardo, amministratore delegato di Infratel, la società in house del Ministero dello Sviluppo economico. I lavori, che rientrano nell'ambito dei fondi del Piano di sviluppo rurale e del Piando di sviluppo regionale 2007-2013, inizieranno dal mese di luglio.

La tecnologia è quella della fibra ottica. "E' un intervento di civiltà, modernizzazione e competitività che sostiene una vasta area della nostra regione a rischio marginalità - ha spiegato d'Alfonso - interesserà una popolazione di 266.198 abitanti, 160.670 alloggi, 112.862 edifici e collegherà, con una implementazione dai 30 ai 100 megabyte, anche gli edifici pubblici e le scuole, con una tecnologia aperta che consentirà agli operatori di fornire i propri servizi senza alcun vincolo".

Questi Comuni della provincia di Chieti interessati: Guardiagrele, Casoli, Sant'Eusanio del Sangro, Perano, Gessopalena, Fara San Martino, Palena, Lama dei Peligni, Rapino, Villa Santa Maria, Roccascalegna, Roccamontepiano, Torricella Peligna, Casacanditella.

Le attività parallele di implementazione di banda larga avverranno autonomamente nelle città capoluogo, grazie agli investimenti degli operatori nazionali e i piani di intervento nelle maggiori aree industriali, tra cui la Val di Sangro, per la quale il piano di intervento è stato consegnato al ministro Delrio.

"Entro il 2020 - ha sottolineato Salvatore Lombardo - l'Abruzzo avrà completato l'infrastrutturazione dell'intera regione. Purtroppo l'Italia è ancora tra gli ultimi paesi ad implementare la banda larga, con una media del 24% contro il 67% dell'Europa. Servono grandi sforzi non solo da parte degli operatori, ma soprattutto da parte delle istituzioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento