menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le voragini non finiscono mai: l'asfalto cede anche al Palatricalle

Enorme buco davanti all'ingresso del palazzetto dello Sport, ma al momento il Comune ha altre priorità: finito il lavoro in via Silvino Olivieri, si passerà a via Ciampoli

Mentre stanno per terminare i lavori in via Silvino Olivieri, dove qualche settimana fa una voragine ha bloccato in due la viabilità cittadina, a Chieti si apre una nuova emergenza. 

E' il buco nell'asfalto davanti all'ingresso del Palatricalle, il palazzetto dello sport che ospita, tra gli altri eventi sportivi, le partite casalinghe della Pallacanestro Chieti. 

L'asfalto è gravemente sprofondato in un tratto lungo più di tre metri e il pericolo è reale, considerato che, ogni domenica, il palazzetto è frequentatissimo. L'area danneggiata è stata recintata da alcune transenne e da un nastro bianco e rosso, già strappato, ma al momento non si sa quando il Comune riuscirà a intervenire

"Stiamo lavorando velocemente su via Silvino Olivieri - spiega l'assessore ai Lavori pubblici Raffaele Di Felice - e già domani (mercoledì 1° marzo) i lavori potrebbero terminare. Ci stiamo dando da fare per riaprire la strada al transito delle automobili già da giovedì (2 marzo)", ma la data è ancora da confermare. "Dopodiché - aggiunge Di Felice - si passerà al tratto tra via Ciampoli e via Gran Sasso, altra emergenza grave e prioritaria. Man mano che finiremo i lavori più urgenti, passeremo al resto". 

Al momento, le situazioni pericolose sono moltissime, ma l'ordine degli interventi viene stabilito in base alla pericolosità del danno. Dal Governo, intanto, tutto tace: finora è caduta nel vuoto la richiesta del sindaco Umberto Di Primio di avere certezze sui fondi per affrontare le emergenze causate dal maltempo di gennaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento