Minaccia l’ex moglie e istiga il padre 92enne ad ammazzarla: "Dai papà pensaci tu..."

L’uomo è stato denuciato per istigazione a delinquere, procurato allarme, molestia e disturbo alle persone

Non si era rassegnato alla separazione e al fatto che il Tribunale avesse assegnato la casa coniugale alla ex moglie: per questo C.M. 51enne del chietino, non aveva lasciato l’abitazione coniugale spingendo la donna a trasferirsi altrove con le figlie. I mesi di minacce e molestie sono culminate alla fine di marzo, quando finalmente è stato emesso il provvedimento di sfratto dell’uomo al fine di restituire la casa coniugale alla ex coniuge e alle bambine. Ma la donna, accompagnata dai fratelli e dall’ufficiale giudiziario, si è trovata davanti una scena grottesca: il padre 92enne dell’uomo, in piedi davanti al portone di casa che brandiva un bastone, con aria minacciosa, incitato dal figlio: “dai papà pensaci tu… tu li puoi ammazzare perché hai 92 anni e non ti mandano in galera”.

A quel punto, anche a causa di insulti e minacce pronunciati contro le figlie, la donna ha avvertito un malore. Sono quindi arrivati i soccorsi e i carabinieri.  L’uomo è stato costretto a lasciare l’abitazione che occupava con la nuova compagna, ma non si è rassegnato e ha continuato a tormentare la ex.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ben 5 volte, nei giorni successivi, ha chiamato il 112 denunciando falsamente la scomparsa della figlia minore al fine di far intervenire una pattuglia dell’Arma in piena notte a casa della ex moglie. I Carabinieri, viste le continue denunce presentate dalla donna nei confronti dell’ex marito, dopo aver attentamente raccolto tutti gli elementi necessari, hanno denunciato l’uomo per istigazione a delinquere, procurato allarme, molestia e disturbo alle persone e in concorso con il padre per lesioni personali e minacce. Una sfilza di reati di cui presto dovrà rispondere in Tribunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Interruzioni idriche a Chieti e provincia dal 20 al 27 ottobre: il calendario completo

  • Coprifuoco anche in Abruzzo? Marsilio: "Sì, se necessario"

  • Coronavirus a Chieti: 2 casi positivi e 7 persone in isolamento

  • Capodanno in autogrill a Brecciarola: l’evento diventa virale anche in Abruzzo

  • Schianto mortale sulla Statale 16: perde la vita una ragazza di 17 anni

  • La resa dei conti nel centrodestra è arrivata: Febbo non è più assessore regionale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento