menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tribunale, le porte non vanno bene ma la Provincia rassicura: "Lavori quasi al termine"

All'incontro per chiarire le problematiche segnalate in merito alle porte posteriori del tribunale e al portone principale l'Ente rassicura sull'andamento dei lavori in piazza San Giustino. I sindacati però chiedono un incontro urgente

Dopo le ultime anomalie, la Provincia di Chieti rassicura che i lavori di ristrutturazione del tribunale in piazza San Giustino sono quasi giunti al termine. Ieri mattina si è svolto un incontro per affrontare le problematiche collegate alle fasi finali dei lavori di ristrutturazione a cui hanno partecipato il presidente e il dirigente settore Lavori Pubblici Carlo Cristini per chiarire le problematiche segnalate in merito alle porte posteriori del tribunale e al portone principale. 

Nelle ultime settimane era infatti emerso che le dimensioni delle porte consegnate dalla ditta Piacentini non erano adeguate alla muratura esistente e le stesse erano state riportate indietro per le necessarie modifiche. 

“Lo scorso 4 novembre sono stati consegnati alla ditta Spinosa Costruzioni generali  spa  i nuovi telai –  fa sapere l’Ente– e non appena si avrà il benestare del capocantiere le porte saranno montate, ovvero in tempi brevissimi in quanto le porte sono ad oggi disponibili. Per quanto riguarda la fornitura  e la posa in opera del portone di ingresso si è provveduto a richiedere preventivo offerta all’Impresa Spinosa. Non appena in possesso della quantificazione della spesa si adotteranno i necessari provvedimenti di impegno economico per la realizzazione del nuovo portone.

In attesa del nuovo portone – si legge ancora -  si potrà procedere alle ultime rifiniture dell’immobile e quindi l’avvio del trasferimento degli uffici, in accordo fra il Presidente del tribunale Geremia Spiniello, la Procura generale con il procuratore Falasca, il Provveditorato  interregionale per le opere pubbliche architetto Raffaele Basso, con il presidente l’Ordine degli Avvocati Pierluigi Tenaglia e l’impresa Spinosa”.

La Provincia ha inoltre affidato i lavori di ripristino dei danni arrecati dall’incendio del 14 settembre scorso dell’ala Galliani (vedi fotogallery), alla stessa impresa Spinosa con la quale ha effettuato i preliminari sopralluoghi tecnici.

Intanto i sindacati Cisl e Cgil, in merito alle criticità relative alle condizioni di lavoro e alla fruibilità degli uffici del tribunale teatino, hanno chiesto la convocazione urgente di un tavolo di confronto sindacale per affrontare le questioni sollevate dai dipendenti per il 13 novembre prossimo alle ore 12.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento