Incendio al tribunale di Chieti, bloccata la cancelleria penale

Il rogo, causato probabilmente da un corto circuito, è partito da un ufficio del primo piano, ma nessuno si è accorto di quanto accaduto fino a questo mattina, quando la fuliggine aveva già annerito tutto il corridoio e gli uffici

Un incendio ha danneggiato il primo piano del tribunale di Chieti, in piazza San Giustino. Le fiamme, pare causate da un corto circuito, sono partite da un ufficio della cancelleria penale la notte scorsa, ma nessuno si è accorto di quanto accaduto fino a questa mattina (lunedì 14 settembre), quando gli impiegati sono arrivati a palazzo di Giustizia con l'odore acre del fumo distinguibile sin dall'esterno ancora fino alla tarda mattinata. 

All'interno, l'area da cui è partito il rogo è stata transennata dai vigili del fuoco, ma la fuliggine ha invaso l'intero corridoio, annerendo suppellettili e pareti e ricoprendo persino i pavimenti degli uffici. 

Il piano al momento è chiuso, nelle stanze non sta lavorando nessuno. E quanto accaduto ha bloccato per tutta la mattinata le udienze. 

Il tribunale è semiparalizzato da oltre un anno, quando sono iniziati i lavori di riqualificazione a seguito dei danni subiti dal terremoto del 2009.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

  • Cos’è il saturimetro e perché averne in casa uno in questo periodo di emergenza sanitaria

Torna su
ChietiToday è in caricamento