menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli enti preposti non puliscono le strade di montagna, salta la settimana bianca degli studenti

Nonostante le scuole avessero già prenotato e saldato i conti, le sciovie Mammarosa non si possono usare per il mancano sgombero. E il sindaco di Rapino Micucci scrive ai presidenti della Provincia del parco nazionale della Majella

Nonostante le condizioni metereologiche lo consentano, il mancato sgombero della neve sulla strada della Maielletta, dal Km 15+772 al Rifugio Pomilio, non consente l'uso delle sciovie Mammarosa e, di conseguenza, le scolaresche che hanno prenotato i corsi di sci in questo periodo hanno dovuto sospendere le attività, con danno economico per famiglie e Comuni che organizzano, come Rapino ed Ari.

Ed è per questo che il sindaco di Rapino, Rocco Micucci, ha scritto ai presidenti di Provincia di Chieti e Parco nazionale della Majella. "Si evidenzia per l'ennesima volta - scrive il primo cittadino - che il tratto di strada in questione, passato dalla competenza della Provincia al quella del Parco con l'Accordo di programma del 2003, non è mai stata declassificato tanto che risulta in proprietà ad oggi della Provincia di Chieti".

"Pertanto - conclude - si chiede con massima urgenza lo sgombero della neve, per permettere alle scolaresche di ultimare i corsi di sci già prenotati".

Un problema, quello della mancata pulizia delle strade di montagna, già sollevato da tempo dai gestori del rifugio Pomilio, che spesso restano bloccati perché la pulizia della strada si ferma qualche metro più avanti di Mammarosa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento