Condannati i rapinatori dei coniugi Martelli: devono scontare dagli 8 ai 15 anni

Il 23 settembre 2018 picchiarono e sequestrarono le due vittime, arrivando a mutilare l'orecchio della padrona di casa. Il giovane considerato il capobanda continua a dirsi innocente

Tre dei 7 romeni condannati

Per il tribunale di Lanciano sono tutti colpevoli i sei uomini romeni imputati per la cruenta rapina del 23 settembre 2018 in casa dei coniugi Carlo Martelli e Niva Bazzan. Intorno alle ore 15 di oggi il gup Giovanni Nappi ha emesso la sentenza del processo celebrato con rito abbreviato. 

Per concorso in rapina, lesioni gravissime e sequestro di persona e porto abusivo d'arma, Alexandru Bogdan Colteanu è stato condannato a 15 anni e 4 mesi, 11 anni e 4 mesi a Marius Adrian Martin, 10 anni ad Aurel Ruset e il cugino Costantin Turlica, 9 anni e 4 mesi per Ion Turlica (fratello di Costantin), infine 8 anni di reclusione per George Ghiviziu, l'ultimo a essere arrestato. La sua fuga rocambolesca nelle campagne di Lanciano è costata una condanna a 10 mesi a Gheorge Traian Jacota, accusato di favoreggiamento per averlo aiutato a scappare. 

Per Colteanu la pena più pesante, sebbene pochi giorni fa si fosse dichiarato innnocente, pur ammettendo di trovarsi a Lanciano quella notte. Gli altri imputati lo avevano indicato come il capobanda e il responsabile della mutilazione dell'orecchio della padrona di casa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in bilico sullo strapiombo, tragedia sfiorata in via della Liberazione

  • Poste Italiane assume portalettere anche a Chieti e provincia

  • A fuoco camion che trasportava agrumi: chiusa l'autostrada tra Francavilla e Chieti

  • La troupe della Rai gira sulla Majella per la trasmissione di Alberto Angela

  • Incidente in A14: nove mezzi coinvolti, tratto chiuso tra Francavilla e Chieti

  • Farmaci: arriva in Italia l'anti-diabete di ultima generazione

Torna su
ChietiToday è in caricamento