Cronaca Chieti Scalo

Scarico di sostanze pericolose nel fiume Pescara: scattano le denunce

Dopo i risultati delle analisi sulle acque di scarico prelevate presso il depuratore comunale “San Martino”, i carabinieri forestali hanno denunciato due persone

I carabinieri forestali hanno denunciato due persone per scarico di sostanze pericolose nel fiume Pescara. Il provvedimento è scattato dopo i risultati delle analisi, fornite dall’Arta Abruzzo, sulle acque di scarico prelevate presso il depuratore comunale “San Martino” a Chieti.

Indagati il commissario regionale del consorzio di Bonifica Centro e il dirigente tecnico consortile e responsabile tecnico degli impianti di depurazione: a entrambi sono stati contestati lo scarico di sostanze pericolose mediante il superamento del valore limite di zinco e il danneggiamento aggravato di acque pubbliche, nonché la violazione del vincolo paesaggistico ambientale ed il deturpamento di bellezze naturali.

Come evidenzia il comandante del gruppo carabinieri forestale, Tiziana Altea: “L’articolata gestione dei depuratori, comunali e non, costituisce da sempre una criticità attenzionata dai carabinieri forestali, in quanto anche condotte colpose od omissive possono rappresentare un serio pericolo per l’ambiente con potenziali ripercussioni sulla salute pubblica”.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarico di sostanze pericolose nel fiume Pescara: scattano le denunce

ChietiToday è in caricamento