Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Santa Barbara

Santa Barbara e San Camillo: viaggio nelle zone abbandonate

Un intero quartiere dimenticato, tra odori nauseabondi e manto stradale dissestato. Non è bastato il sequestro dell'ex ospedale. Questa macroarea continua a essere avvolta dall'incuria

 Santa Barbara, via Forlanini e il complesso dell’ex ospedale San Camillo: un intero ampio quartiere dimenticato dall'amministrazione comunale. E' quanto torna a denunciare con forza Alessandro Marzoli del Partito Democratico, che ci accompagna in questo 'viaggio'  nelle macroareee abbandonate.

"E’ da diverse settimane - segnala Marzoli - che su un terreno della popolosa contrada, a valle di via Forlanini, esiste una perdita di acque scure e odori nauseadondi che destano fortissima preoccupazione tra i residenti anche per i rischi sulla salute che questa situazione potrebbe comportare. Nonostante numerose segnalazioni non ci sono stati ad oggi interventi da parte di nessuno e la situazione sta degenerando.

Ma è tutto il quartiere a essere stato dimenticato: il manto stradale di via Forlanini e via Mattoli sono ancora in attesa di sistemazione e l’area del piazzale necessita di interventi".

Anche l'ex ospedale San Camillo, dopo il recente sequestro di alcune parti della struttura dove erano stoccati rifiuti e scarti, continua a rimanere nel più totale abbandono. "Non sono bastate raccomandate al manager Asl Zavattaro (rimaste senza risposta) e interrogazioni al sindaco in Consiglio Comunale- aggiunge Marzoli -  la struttura del vecchio sanatorio è un momunento all’ incuria e al degrado di una città che non solo non recupera i propri spazi ma che li abbandona al proprio destino".

E che dire, infine, del campo della Scuola media De Lollis, a monte del San Camillo, chiuso ormai da tanto tempo con le catene, nonostante sia stato ristrutturato nel 2009 per migliorare il complesso scolastico e renderlo disponibile ai ragazzi?

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Barbara e San Camillo: viaggio nelle zone abbandonate

ChietiToday è in caricamento