Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Chieti Scalo / Viale Benedetto Croce

Botte allo Scalo, tre giovani raccontano di essere stati aggrediti da una decina di persone

La follia sabato notte, quando al 113 è arrivata la segnalazione di una rissa in viale Croce; poi, un 21enne si è presentato al pronto soccorso

Le macchie di sangue sulle vetrine di uno studio tributario della zona sono visibili anche questa mattina. È quanto rimane di un sabato notte di follia su cui stanno cercando di fare chiarezza gli agenti della squadra mobile della questura di Chieti. 

Tutto inizia intorno alle 4 della notte fra sabato e domenica, quando al 113 arriva la segnalazione di una rissa a Chieti Scalo, in viale Benedetto Croce, nella zona della caserma Rebeggiani, dove ci sono diversi locali che richiamano ogni sera centinaia di giovani. Quando la polizia arriva sul posto, però, la situazione si è calmata e non c'è traccia né degli aggressori né delle persone picchiate. 

Poco dopo, al pronto soccorso del policlinico arriva un giovane di 21 anni di nazionalità marocchina: è alticcio e ha ferite al volto e alla testa. Il giovane, dopo le cure dei sanitari, racconta agli investigatori di essere stato picchiato insieme a due amici da altri due giovani, a cui poi si sarebbero unite altre persone, addirittura una decina. Calci e pugni che hanno generato il panico in una zona già teatro, in passato, di episodi di violenza anche gravi. 

Ora, bisogna ricostruire quanto accaduto: un aiuto potrebbe arrivare dalle telecamere di videosorveglianza della zona, che potrebbero aver catturato immagini utili a chiarire perché si sia scatenata la violenza. 

Quest'ultimo episodio, unito alle denunce dei residenti della vicina piazza Marconi sulla movida "selvaggia", riporta l'attenzione su situazioni che spesso degenerano in comportamenti incivili, problemi di ordine pubblico, igiene, fino a degenerare, come nel caso di sabato notte. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte allo Scalo, tre giovani raccontano di essere stati aggrediti da una decina di persone

ChietiToday è in caricamento