Cronaca Via Raffaele Paolucci

Riapre la palestra della Cesarii, intitolata ad Alessandro Giuliani

Viene dedicata all'allenatore di basket scomparso nel 2008 la struttura di via Paolucci riaperta dopo anni di attesa, danneggiata da un incendio doloso che nel 2011 la distrusse. Festa grande questa mattina per la palestra scolastica più grande della città restituita agli alunni e agli sportivi teatini

È stata una festa nel ricordo di uno degli allenatori di basket più amati, Alessandro Giuliani, la cerimonia di inaugurazione della palestra della scuola elementare Cesarii, in via Paolucci. Una ferita che si rimargina, per la città, nel nome dello sportivo scomparso nel 2008 in un incidente stradale. A lui, infatti, per volontà dell’istituto, è intitolata la struttura dove una targa lo ricorda con la frase che in sua memoria scrisse la ex preside Linda Vadini: “Con la tua pazienza, con i tuoi valori da vero educatore, hai sempre creato momenti sereni. Nel tuo ricordo, ameremo sempre lo sport”. 

Dopo anni di devastazione, la palestra è stata restituita all’antico splendore con un intervento da 220mila euro di fondi comunitari. A gennaio 2011, infatti, vandali mai identificati riuscirono a rompere le finestre del palazzetto, all’epoca chiuso e usato come una sorta di deposito per gli arredi della scuola. Appiccarono un fuoco che bruciò lento per quasi tutto il fine settimana, distruggendo gran parte delle suppellettili conservate, tutto il pavimento e danneggiando gran parte delle mura. Da allora iniziò una lunga trafila terminata in parte a settembre 2013, quando è stata riaperta la scuola primaria. E anche la palestra è tornata in vita, finalmente, questa mattina (giovedì 4 dicembre), con il taglio del nastro da parte del sindaco Umberto Di Primio, circondato dai familiari di Alessandro Giuliani, dalla dirigente scolastica Serafina D’Angelo e dagli assessori Mario Colantonio, Giuseppe Giampietro e Marco D’Ingiullo. Ad onorare la memoria di Giuliani anche Cesidio Di Masso, dirigente del Chieti Basket, con lo staff e i giocatori, e tutti gli insegnanti e gli allievi della scuola Cesarii con i genitori. 

I lavori, portati a termine dall’impresa Corazzini di Popoli, su progetto dell’architetto del Comune Dario Di Luzio, sono durati poco più di 6 mesi, oltre alla bonifica dei danni causati dal rogo doloso. Nella palestra scolastica più grande della città, con una superficie di 630 metri quadrati, sono state rifatte le segnature del campo e i canestri, adattati grazie ad un meccanismo scorrevole anche per il minibasket, i bagni degli spogliatoi, le finestre, gli impianti tecnologici ed elettrici. La palestra, dotata di ogni sistema di sicurezza, ha una pavimentazione, anch’essa nuova di zecca, adatta a tutti i tipi di sport, anche al pattinaggio. E proprio le bambine del Pattinaggio artistico teatino, di Alina Esposito, hanno dato prova delle loro abilità nella nuova palestra. 

“Questa scuola – ha detto il sindaco Di Primio – è stata per anni l’emblema dell’inefficienza e della disorganizzazione della pubblica amministrazione. In tre anni abbiamo riaperto la scuola e anche la palestra. Attraverso questo luogo ricordiamo una persona che molto ha dato ai ragazzi, con una passione che lo faceva essere un buon allenatore”.E forte è stata la commozione nel ricordo di Giuliani, onorato con un video e con la targa, scoperta dal primo cittadino insieme alla madre dell’allenatore di basket che ha formato centinaia di allievi della scuola di Borgo Marfisi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre la palestra della Cesarii, intitolata ad Alessandro Giuliani

ChietiToday è in caricamento