Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Lanciano

Il ponte sul fiume Sangro resterà chiuso almeno due mesi: scattano i controlli della Provincia dopo il terremoto

Questa mattina il presidente della Provincia e sindaco di Lanciano Mario Pupillo ha effettuato un sopralluogo con i tecnici dell'ente, che hanno stabilito di approfondire le analisi per evitare problemi di qualunque tipo

Resterà chiuso almeno due mesi il ponte sul fiume Sangro lungo la strada provinciale 111, che collega Lanciano ad Atessa, chiuso in fretta e furia dalla mezzanotte del 17 agosto, a seguito delle forti scosse di terremoto della scorsa settimana, con epicentro il Molise.

Questa mattina il presidente della Provincia e sindaco di Lanciano Mario Pupillo ha effettuato un sopralluogo con i tecnici dell'ente, che hanno stabilito di approfondire le analisi per evitare problemi di qualunque tipo. Al momento, la chiusura di due mesi è solo indicativa, perché non sono ancora stati affidati i lavori di verifica della struttura, su cui andranno effettuati degli interventi in base alle priorità stabilite dalle analisi.

Le stesse erano già state commissionate dalla Provincia nel 2016, dopo il terremoto di Amatrice-Norcia, come ricorda il presidente Pupillo: 

la società ci consegnò un livello di conoscenza della struttura a livello LC3, il più alto previsto dalla norma. Il comportamento della struttura dal punto di vista statico è stato definito regolare; dal punto di vista sismico la struttura può essere migliorata con alcuni lavori che abbiamo messo in bilancio in tempi non sospetti (giugno 2018), con fondi pari a 300mila euro, cui aggiungeremo i 400mila euro chiesti alla Regione Abruzzo a marzo 2018. 

Domani mattina ci sarà una riunione in Provincia per arrivare a un celere affidamento dei lavori di analisi e verifiche approfondite e per fare il punto della situazione dopo il sopralluogo di questa mattina. Aggiunge Pupillo: 

La prudenza, come si suol dire, non è mai troppa e in questi casi va accompagnata da documenti e atti puntuali di carattere scientifico e non emotivo. 

Intanto, in vista della fine delle ferie estive e del ritorno al lavoro dei tanti che devono raggiungere la Val di Sangro, è stata posizionata la segnaletica che indica la viabilità alternativa. 

Da Lanciano, la strada consigliata per raggiungere la Val di Sangro è quella che passa da contrada Serre (dove è stato predisposto un ulteriore intervento straordinario di pulizia del verde in previsione del maggior traffico), in alternativa si può passare da Mozzagrogna. 

Sopralluogo ponte sul fiume Sangro (20 agosto 2018)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ponte sul fiume Sangro resterà chiuso almeno due mesi: scattano i controlli della Provincia dopo il terremoto

ChietiToday è in caricamento