rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Lanciano

Omicidio Lanciano, il ricordo del sindaco Paolini: "Una persona mite che non ha mai fatto del male a nessuno"

Il primo cittadino si fa portavoce del dolore di tutta la città per l'assurda morte di De Florio De Grandis, ucciso stamattina sotto casa sua da un vicino

"Una morte assurda, di una persona mite, che non ha mai fatto del male a nessuno". Così il sindaco di Lanciano, Filippo Paolini, commenta l'omicidio di Francesco De Florio De Grandis, 72 anni, che stamani ha sconvolto la città. 

"Una vita vissuta con la passione per la musica - lo ricorda Paolini - anche come chitarra solista dei Provos negli anni Sesanta, per la pittura (lo chiamavamo "il pittore della notte"). Mi piace anche ricordarlo come uno dei pochi artigiani lancianesi in grado di realizzare un carnevale con tecniche antiche".

"Caro amico Ciccillo - conclude il primo cittadino - riposa in pace. Un abbraccio di cuore a tutti i famigliari".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Lanciano, il ricordo del sindaco Paolini: "Una persona mite che non ha mai fatto del male a nessuno"

ChietiToday è in caricamento