menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fermento di ambientalisti e associazioni contro Mirò, ma Merlino rivela: "Ad aprile apre il cantiere"

Il fronte dei contrari al nuovo centro commerciale convoca la stampa per ribadire le sue ragioni. Un'ora dopo è la volta della Sile costruzioni, che spiega: "Il Comitato Via deve solo decidere la tipologia di progetto"

Mirò si farà e il cantiere partirà al più tardi nel mese di aprile. Lo ha chiarito questa mattina (martedì 22 marzo), in conferenza stampa, il progettista Domenico Merlino, intervenuto in una conferenza stampa a nome della Sile costruzioni, la ex Sirecc promotrice del progetto. La società ha incontrato la stampa a un’ora di distanza dalla conferenza indetta dal Wwf e dalle associazioni di categoria per ribadire la contrarietà al secondo centro commerciale nell’area di Santa Filomena. Domani (giovedì 23 marzo), all’Aquila, il progetto dovrebbe essere trattato nella seduta del comitato Via (Valutazione di impatto ambientale) intorno alle ore 17, sebbene inizialmente fosse stato previsto alle 10. 

A Chieti c’è grande fermento per la decisione del comitato, tanto che Confcommercio sta organizzando pullman per andare nel capoluogo a protestare contro Mirò. Ma l’iniziativa potrebbe rivelarsi inutile. Come ha spiegato l’ingegner Merlino in conferenza stampa: “Il comitato Via deve esprimersi soltanto sul progetto: se dare l’ok al secondo, da 24mila metri quadrati, o a quello originario, da 30mila”. 

La Sile ha ridimensionato l’idea originaria dopo le tante levate di scudi da ogni parte: associazioni ambientaliste e di categoria, partiti politici, semplici cittadini. Ma il progetto è molto simile a quanto ideato inizialmente. Il centro Mirò sorgerà in un’area di 24mila metri quadrati totali, considerando il fabbricato e gli spazi esterni. Una superficie di 17mila metri quadrati sarà destinata a medie superfici di vendita, in particolare ristorazione, elettronica, casa, abbigliamento, bricolage, calzature, animali. Una fotocopia del centro commerciale già esistente? “No, perché non ci saranno piccoli negozi, ma solo medie superfici”, puntualizza Merlino. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento