Martedì, 23 Luglio 2024
Cronaca

Era abruzzese uno dei due giovani finanzieri precipitati durante l'addestramento in Friuli

Giulio Alberto Pacchione, 28 anni, era originario di Teramo: è morto assieme a Lorenzo Paroni, 30enne di Montereale Valcellina (Pordenone) sul monte Mangart, al confine tra Italia e Slovenia

Era abruzzese uno dei due giovani finanzieri morti durante un addestramento in montagna. La tragedia si è consumata sul monte Mangart, al confine tra Italia e Slovenia. Giulio Alberto Pacchione, 28 anni, era originario di Teramo: con lui è morto Lorenzo Paroni, 30enne di Montereale Valcellina (Pordenone).

I corpi dei due giovani finanzieri sono stati trovati nella notte tra il 16 e il 17 agosto, dopo ore di ricerche. I due sarebbero caduti in parete mentre salivano in cordata, nel cuore delle Alpi Giulie Occidentali in Friuli-Venezia Giulia.

A dare la notizia questa mattina è stato il Soccorso alpino e speleologico nazionale esprimendo grande costernazione per la perdita di due valenti soccorritori. Giulio Alberto Pacchione e Lorenzo Paroni, entrambi finanzieri a Tarvisio, ieri stavano risalendo la via Piussi, una via di sesto grado che percorre il verticale pilastro Nord. Entrambi alpinisti preparati, i due erano in attività ufficiale di addestramento come finanzieri ed erano attesi in caserma in serata. Lorenzo era a tutti gli effetti già un tecnico del Soccorso alpino, mentre Giulio era un aspirante soccorritore e a breve avrebbe dovuto sostenere l'esame di ingresso per entrare nel Corpo.

La dinamica dell'incidente è al vaglio della procura di Udine. 

"Tutte le donne e tutti gli uomini del Corpo Soccorso alpino e apeleologico abbracciano le famiglie e gli amici di Lorenzo e Giulio in questo giorno di dolore - le parole del presidente nazionale Maurizio Dellantonio - . Siamo vicini alla stazione di Cave del Predil del Soccorso alpino e speleologico e agli amici e colleghi soccorritori della guardia di finanza colpiti anche loro da questo grave lutto. Continueremo la nostra opera di soccorso e aiuto al prossimo anche in ricordo del loro prezioso contributo in questi anni di attività nel Soccorso Alpino".

"A nome personale e dell’intera giunta regionale porgo le condoglianze alla famiglia di Giulio Alberto Pacchione, il giovane teramano, finanziere del Soccorso alpino delle Fiamme Gialle, che ha perso la vita insieme a un collega durante un’arrampicata mentre svolgeva attività di addestramento, e sono vicino all’intero Corpo della guardia di finanza che quotidianamente svolge attività anche pericolose per la tutela della nostra sicurezza" è invece il messaggio del presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era abruzzese uno dei due giovani finanzieri precipitati durante l'addestramento in Friuli
ChietiToday è in caricamento