Sopralluogo di Gabrielli a Santa Maria Calvona: legge c'è, servono risorse

La giornata del Capo della Protezione Civile, in Abruzzo per visitare alcune situazioni di particolare dissesto idrogeologico. Si attendono i finanziamenti del Governo alla Regione

E’ passato anche a Santa Maria Calvona il prefetto Franco Gabrielli, Capo Dipartimento della Protezione Civile, in Abruzzo per effettuare un sopralluogo tecnico su alcune situazioni di particolare dissesto idrogeologico.

Gabrielli, accompagnato dal sindaco Di Primio e dal presidente della Regione si è recato in Strada Santa Maria Calvona, parte apicale di Fosso Canino, su cui insiste una pericolosa frana che ha creato un grave smottamento del territorio e per la quale è stato effettuato uno studio idrogeologico e uno studio di fattibilità. Gli interventi di consolidamento per la messa in sicurezza dell’area quantificati superano il milione e mezzo di euro.

“Ho chiesto alla Regione - ha dichiarato il sindaco Di Primio- di inserire fra le priorità del dissesto idrogeologico abruzzese la frana di località Santa Maria Calvona e per tale motivo ho voluto qui portare il prefetto Gabrielli affinché costatasse di persona la situazione di Fosso Canino.Egli ha ben ha compreso che la frana in questione è un problema che riguarda un comparto importante della città, all’interno del quale risiedono e arrivano per motivi di lavoro migliaia di persone”.

Gabrielli nel corso del sopralluogo teatino ha comunicato che il Dipartimento della Protezione Civile ha già acquisito documentazione tecnica e nei prossimi giorni con gli uffici, i tecnici della Regione, i centri di competenza e l’amministrazione locale andrà a delineare alcune linee da sottoporre all’attenzione della Regione che a sua volta utilizzerà nelle interlocuzioni con il Governo.

Diverse le tappe della giornata abruzzese del Capo della Protezione Civile, tra queste: Roccamontepiano - il paese di Legnini - Caramanico, Pescara, Vasto. Presente anche il direttore della Struttura di missione contro il dissesto idrogeologico della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Mauro Grassi.

"In questi giorni – ha riferito Gabrielli - ho parlato di questione sociale, di eventi che, pure legati a vicende meteorologiche e al dissesto del territorio, incidendo sulla vita delle persone creano tensioni e allarme sociale al quale credo che l'autorità' pubblica deve rispondere. La legge c'è, i meccanismi ci sono, manca un piccolissimo convitato di sale che si chiama disponibilità economica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sant'Anna piange Pierluigi Orsini, oggi i funerali

  • Ferito da un colpo di fucile durante una battuta di caccia al cinghiale: è grave

  • Poste Italiane assume portalettere anche a Chieti e provincia

  • Lanciano in lutto per la scomparsa del dottor Brasile, morto durante l'escursione sulla Majella

  • Era originario di Lanciano uno dei due escursionisti morti sulla Majella

  • Incidente in A14: nove mezzi coinvolti, tratto chiuso tra Francavilla e Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento