menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto sventato in Cardiochirurgia: ruba computer e effetti personali dei medici ma viene scoperto

Grazie a un operatore sanitario e alla vigilanza il ladro è stato arrestato mentre si apprestava a uscire dall'ingresso principale del policlinico di Chieti

Furto sventato in Cardiochirurgia a Chieti dove i carabinieri ieri hanno tratto in arresto un giovane colto in flagranza di reato.

Dopo essersi introdotto in uno studio della palazzina, il ladro ha rubato un computer portatile e altri effetti personali di alcuni medici per poi allontanarsi mimetizzato tra i visitatori.

La refurtiva nascosta in uno zaino e nel bagno

La scena, però, non è passata inosservata a un ausiliario specializzato in servizio presso l’unità operativa, che immediatamente si è portato presso il gabbiotto degli agenti del Servizio di vigilanza Aquila per segnalare l’accaduto. E proprio mentre riferiva i fatti, ha riconosciuto, dallo zainetto che portava sulle spalle, il ladro che aveva scelto come via di fuga l’ingresso principale dell’ospedale. A quel punto la guardia giurata ha chiesto al giovane cosa fosse contenuto nello zaino e, dopo una iniziale reticenza, ha avuto conferma ai sospetti: all’interno c’era parte della refurtiva sottratta nello studio medico.

Sono quindi arrivati i carabinieri che, una volta sul posto, hanno recuperato, su indicazione dello stesso giovane, anche altra refurtiva nascosta in un bagno al piano terra, attiguo al Pronto soccorso.

Il computer, come gli altri effetti personali, sono stati restituiti ai proprietari, i quali hanno tirato un grande sospiro di sollievo anche perché il pc conteneva documenti preziosi per l’attività clinica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: oggi 196 nuovi positivi e 441 guariti in Abruzzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento