menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Francavilla, i carabinieri si trasferiscono nella nuova caserma

Firmato il contratto per la nuova caserma in viale Michetti: entro poche settimane i carabinieri potranno trasferirsi nei locali dell'ex pretura

E’ stato firmato martedì mattina in Prefettura a Chieti il contratto di affitto dell’immobile che ospiterà la nuova caserma dei carabinieri a Francavilla, in viale Michetti.

Entro poche settimane, il tempo tecnico per mettere a punto il trasloco, i carabinieri potranno trasferirsi nei locali dell’ex pretura che nei mesi scorsi hanno visto un massiccio intervento di ristrutturazione per un importo di circa 900mila euro. Al Comune verrà corrisposto un canone di affitto di circa 32mila euro annui. 

La firma del contratto è avvenuta alla presenza del prefetto Antonio Corona, del viceprefetto Domenica Calabrese, del dirigente del settore dei lavori pubblici del Comune di Francavilla Roberto Olivieri, del sindaco Antonio Luciani e dell’assessore al Patrimonio Davide Campli (nella foto).

Il progetto di adeguamento dei locali di viale Michetti, a due passi dal municipio, ha previsto oltre alla certificazione anti-sismica, la redistribuzione degli spazi interni per adeguare i locali alle esigenze dei carabinieri, la realizzazione degli alloggi per i militari stessi, la riqualificazione dei servizi igienici e il rifacimento degli impianti idrico-termico- elettrici. Al piano terra sono stati disposti gli uffici; il primo livello è in parte adibito a uffici e in parte alle camere per i militari. Al secondo piano trovano spazio due alloggi per i sottufficiali e il personale di comando. Realizzati anche una recinzione esterna per proteggere l'area militare e l’area garage.

Il primo atto relativo alla realizzazione di una nuova caserma per Francavilla risale a circa quindici anni fa. “La firma segna un momento storico per la nostra città”, dichiara il sindaco Antonio Luciani, “ma lo consideriamo un punto di partenza e non un punto di arrivo, fermo restando l’eccellente lavoro svolto quotidianamente dai nostri carabinieri e dal comandante Antonio Solimini. Noi non ci fermiamo, valuteremo la possibilità e la fattibilità di ottenere nella nostra città un commissariato, un sistema di videosorveglianza, ed ogni altra iniziativa utile a tutelare la sicurezza dei cittadini che è il nostro primo pensiero”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento