menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A spasso sull'autobus o a giocare a calcetto: a Lanciano la municipale controlla il rispetto del divieto

Oggi gli agenti hanno perlustrato i mezzi del trasporto urbano e i supermercati, per verificare che le persone fossero in giro per i motivi previsti

Proseguono i controlli della polizia municipale di Lanciano, per assicurarsi che tutti rispettino gli obblighi del Decreto del presidente del consiglio dei ministri "Io resto a casa".

Ieri, gli agenti avevano perlustrato il centro, oggi il servizio è stato portato anche a bordo degli autobus urbani, per invitare i passeggeri che non erano usciti per i tre motivi previsti (lavoro, salute, stretta necessità) a tornare a casa o a fare compere di generi alimentari negli esercizi commerciali di vicinato. Ieri pomeriggio, invece, è stata interrotta una partitella di calcetto ai Funai: "Cari ragazzi - invita il sindaco Mario Pupillo - ora non è il momento di giocare all'aperto, bisogna stare a casa. Grazie ai tanti che stanno applicando queste misure per il bene di tutti".

Chi non rispetta il decreto, è perseguibile ai sensi dell'articolo 650 codice penale e rischia la pena dell'arresto fino a tre mesi o l'ammenda di 206 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento