rotate-mobile
Cronaca Lanciano

Botte a un coetaneo in centro città, scatta il Daspo Willy per un 17enne: divieto di entrare nei locali per due anni

L'episodio, per cui è stato anche denunciato, risale al mese scorso: procurò lesioni al volto di un altro ragazzo, dileguandosi all'arrivo della polizia

Per due anni non potrà entrare in esercizi pubblici e nei locali di pubblico intrattenimento in alcune strade e piazze di Lanciano: è l'effetto del cosiddetto "Daspo Willy" destinato a un 17enne del posto, che è stato anche denunciato. 

Il provvedimento è stato applicato dal questore dopo l'episodio di violenza dello scorso 5 marzo quando il giovanissimo, in viale delle Rimembranze, nei pressi di un locale, aveva picchiato al volto un 18enne. 

Sul posto erano arrivati gli agenti del commissariato di Lanciano: l'aggressore si era dileguato, ma era poi stato individuato in un bar della zona e denunciato per lesioni personali aggravate. La vittima aveva subito gravi lesioni al volto. 

Così, sono state attivate le procedure previste dalla legge per l’applicazione di misure di prevenzione personali per contrastare ulteriori episodi di violenza da parte della stessa persona. La misura è stata adottata a seguito di un’accurata istruttoria svolta dalla divisione polizia anticrimine, al termine di serrate indagini condotte dal commissariato di polizia di Lanciano.

La violazione del "Daspo Willy" potrebbe costare la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da 8 mila a 20 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte a un coetaneo in centro città, scatta il Daspo Willy per un 17enne: divieto di entrare nei locali per due anni

ChietiToday è in caricamento