Cronaca

Vasto: Cisl Fp, "Ripristinare le corrette relazioni sindacali al Comune"

Il segretario regionale Gabriele Martelli accusa il sindaco uscente Lapenna di non aver mai dato seguito alle richieste di incontri sulle osservazioni in merito al regolamento di polizia locale

Martelli, segretario regionale Cisl Fp

Cisl Fp contro il sindaco uscente di Vasto, Luciano Lapenna. In una nota, il segretario regionale Gabrielle Martelli, punta il dito contro il primo cittadino, accusandolo di “delegittimare e dequalificare la parte sindacale, tra l’indifferenza della maggioranza e dell’opposizione, attenta a non disturbare il manovratore”. Parole durissime, che nascono dal confronto sul regolamento di Polizia locale che, secondo il sindacato, non sarebbe avvenuto correttamente.

“In un Paese a democrazia evoluta - incalza Martelli - i diritti, le istanze, le specificità dei lavoratori, degli imprenditori e di gruppi di cittadini, che si associano nelle più diverse forme ed in base a particolari problematiche, devono essere sostenute dai soggetti istituzionali intermedi i quali devono essere rispettati in quanto seri ed autorevoli. Così come il sindacato ha sempre riconosciuto l’autorevolezza delle istituzioni”. 

Ma a Vasto non c’è stato alcun incontro sindacale e, secondo il segretario della Cisl Fp, il sindaco non avrebbe risposto “a tutte le osservazioni che abbiamo presentato a febbraio 2016, perché, in realtà non sapeva cosa rispondere!”. Un tentativo, secondo il sindacato di “delegittimare” la stessa sigla, mancando di rispetto alla rsu del Comune e ad alcune sigle sindacali. 
La polemica inizia il 7 gennaio scorso, con la trasmissione, da parte del Comune, del regolamento di Polizia Locale. Il 12 gennaio la Cisl Fp risponde a mezzo Pec, chiedendo un incontro sindacale per illustrare le proprie osservazioni in merito, ma dal Comune tutto tace. 

Il 29 gennaio, in occasione di un incontro sindacale per un’altra questione, la sottoscrizione del contratto economico definitivo per l’anno 2015, il segretario regionale Martelli chiede lumi sulla richiesta del 12 gennaio. 

“Il segretario comunale - spiega il segretario della Cisl Fp - alla presenza di tutte le persone convocate per la riunione ha detto che ‘il Sindaco non intendeva accogliere la richiesta di incontro sindacale ma avrebbe comunicato con nota ufficiale che si concedevano altri 15 giorni alle sigle sindacali per trasmettere le osservazioni al regolamento già approvato’”. Nota che arriva effettivamente il 1° febbraio, a cui seguono le osservazioni della Cisl Fp, che citavano alcune sentenze della giustizia amministrativa. 

In particolare il sindacato contestava, sul comandante della polizia locale, il quadro prospettato nel regolamento, chiedendo un nuovo incontro per discutere e migliorare il documento. “Dopo circa 4 mesi - prosegue Martelli - il sindaco Luciano Lapenna ha, con nota n° 26896 del 27 maggio 2016, ritenuto opportuno rispondere solo ad alcune osservazioni, tra l’altro di secondaria importanza, che ha presentato la Cisl Fp ignorando le principali problematiche evidenziate dall’organizzazione”. Per questo il sindacato invita il successore di Lapenna, chiunque egli sia, a ripristinare il corretto confronto sindacale nel Comune di Vasto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasto: Cisl Fp, "Ripristinare le corrette relazioni sindacali al Comune"

ChietiToday è in caricamento