menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo striscione

Lo striscione

"Boia chi li abbandona": CasaPound contro l'abbandono dei cani

Uno striscione appeso all'ingresso dell'autostrada a Lanciano con il pupazzo di un cane sporco di vernice rossa denuncia la barbarie di chi lascia i propri animali sulle strade prima di andare in vacanza

"Boia chi li abbandona" è il messaggio forte gridato da uno striscione all'ingresso dell'autostrada preparato da CasaPound Lanciano contro l'abbandono degli animali. Accanto c'è il pupazzo di un cane legato sporcato di vernice rossa a simboleggiare il sangue.

Così i militanti di CasaPound denunciano l'abbandono dei cani, una barbarie sempre più frequente in estate, e il destino che spetta loro dopo l’abbandono. Sebbene spesso salgano all'attenzione delle cronache per episodi di tutt'altro genere, i simpatizzanti di CasaPound si dicono impegnati in prima linea per la tutela degli animali.

“Quest’atto di denuncia - spiega Nico Barone, responsabile locale – è in sintonia con la sensibilità ecologista ed animalista di CasaPound, espressa al suo interno dal gruppo La Foresta che Avanza: l’abbandono dei cani in autostrada è uno degli atti più vili compiuti dall’uomo contemporaneo edonista e deresponsabilizzato e noi crediamo sia molto importante denunciare taluni comportamenti con azioni di questo tipo".

"Avendo a cuore l'ambiente e gli animali -prosegue Barone - riteniamo doveroso mostrare senza infingimenti la realtà di quello che accade quando decidiamo di abbandonare i nostri animali anche con azioni choc come quella messa in atto oggi. Non ci possono essere alibi per questa infame pratica. Ogni anno, durante i mesi estivi, si contano oltre 100mila casi di abbandono, e, nonostante le tante campagne fatte, non possiamo considerare il problema risolto"  

“Dopo la pulizia della Fonte del Borgo in città – conclude Barone – avvenuta in aprile ed ispirata dalla stessa anima di cui sopra, continuiamo a far politica a trecentosessanta gradi, occupandoci, cioè, anche di tematiche che, solitamente, la politica palazzinara tocca poco o per nulla. Dobbiamo perciò adoperarci fino a che cessi questo scempio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento