Campus X, la proprietà si presenta in Comune per la soluzione del problema

La società che gestisce lo studentato privato dovrà rispondere ufficialmente alle lettere del Comune, poi, non prima di due settimane, ci sarà una nuova riunione con i rappresentanti della Regione per chiarire se con quella destinazione d'uso si possono affittare camere

Alla fine, ieri pomeriggio (mercoledì 16 settembre), la proprietà del Campus X si è presentata in Comune, per tentare di sbloccare la situazione con cui è stata obbligata ad interrompere l’attività di stupefatto privato al Villaggio Mediterraneo. 

Dopo il confronto durato meno di un’ora con il sindaco Umberto Di Primio, i rappresentanti della società non hanno voluto rilasciare dichiarazioni alla stampa, spiegando solo che necessitano di tempo. Dovranno infatti rispondere alla lettera ricevuta dal Comune di Chieti ad agosto, in cui l’ente inviava una diffida ad esercitare attività alberghiera. 

Nel frattempo, non prima di un paio di settimane, il sindaco convocherà un nuovo tavolo a cui parteciperanno anche i rappresentanti della Regione, per cercare di risolvere definitivamente il problema. “Con il servizio Attività produttive - spiega Di Primio - cercheremo di capire i margini giuridici per un nuovo contratto; con quello Urbanistica i limiti della definizione di studentato”. Bisogna capire, insomma, con quale destinazione d’uso il Campus X può continuare ad affittare camere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per me - aggiunge il sindaco - è prioritario che la città possa continuare ad offrire un servizio agli studenti universitari fuorisede, anche se è innegabile che c’è stata una serie di problemi”. La società, infatti, era già stata sollecitata a correre ai ripari, visto che una legge regionale impone la gestione degli studentati solo alle onlus, ossia società senza scopo di lucro. Unica alternativa per la Campus X, dunque, sarebbe quella di costituirne una a cui affidare la struttura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: ballottaggio Di Stefano-Ferrara

  • Elezioni comunali, i voti ricevuti da tutti i candidati consiglieri

  • Torna l’ora solare e guadagneremo un’ora in più di sonno

  • Torrevecchia in lutto per la scomparsa di Erica: aveva solo 26 anni

  • La sfida elettorale riparte: Di Stefano e Ferrara al ballottaggio per governare Chieti

  • Tra volti noti e nuovi ingressi, ecco chi entra in consiglio e chi può ancora sperare in un posto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento