menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incassa buoni spesa e reddito di cittadinanza per oltre 17mila euro, ma era stata interdetta dai pubblici uffici

Falsa beneficiaria, con una condanna per spaccio, è stata denunciata dai carabinieri di Fossacesia. Ora dovrà restituire le somme

Omettendo di dichiarare che era incorsa nella condanna accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici, ha percepito per oltre un anno tra buoni per spesa alimentare del comune di Fossacesia e reddito di cittadinanza oltre 17 mila euro, che ora dovrà restituire. Per questo una giovane donna di Fossacesia è stata denunciata in stato di libertà dai carabinieri.
 

Dai riscontri sui dati contenuti nelle domande presentate all’Inps dai percettori del reddito di cittadinanza, si è scoperto la stessa aveva omesso di dichiarare che era incorsa nella pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici motivo ostativo previsto dalla legge che ha istituito il beneficio, per una condanna per spaccio di stupefacenti risalente al 2018.

Omettendo tale dato, la donna ha anche ottenuto dal comune di Fossacesia circa 700 euro di buoni spesa alimentari. Ora dovrà restituire tutto. Intanto carabinieri hanno inoltrato la segnalazione alla direzione provinciale dell’Inps di Chieti per la revoca dell’erogazione del RdC.  


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento