menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aurora dona le cornee, i funerali nel pomeriggio: a Palombaro lutto cittadino

La camera ardente allestita nel Santuario della Madonna dell'Assunta, oggi i funerali. Sull'incidente di sabato sono in corso le indagini della Procura di Lanciano

Un ultimo gesto d’amore nonostante il dolore: i genitori di Aurora Belardo, la ragazza morta ieri a soli 23 anni per le conseguenze riportate in seguito a un terribile incidente stradale sabato sera a Perano, hanno autorizzato l'espianto delle cornee della figlia. L’intervento all’ospedale di Pescara, dove la giovane era ricoverata, a cura di una equipe specializzata del centro oculistico dell'Aquila. La procura di Pescara ha disposto il nulla osta per la restituzione della salma e il feretro di Aurora dopo l’espianto è arrivato a Palombaro, dove è stata allestita una camera ardente nel Santuario della Madonna dell'Assunta.

Sull’incidente di sabato scorso sulla Fondovalle Sangro sono in corso le indagini della Procura di Lanciano. La corsia sulla quale Aurora viaggiava verso Vasto sulla Smart con un’amica è stata invasa dalla Polo guidata da 19enne di Casoli e che, probabilmente a causa di un colpo di sonno, ha perso il controllo dell'auto. Risultato negativo ai controlli relativi ad alcol e stupefacenti, il giovane sarà ora indagato per omicidio colposo.

I funerali di Aurora Belardo sono previsti per oggi pomeriggio alle 17.30 nella chiesa della Madonna dell'Assunta a Palombaro, dove l'amministrazione comunale ha deciso di proclamare il lutto cittadino. "Intediamo manifestare - si legge in una nota - in modo tangibile e solenne il dolore per questa grave perdita che ha profondamente colpito la comunità palombarese, in particolar modo i ragazzi, e testimoniare una forte vicinanza e sostegno al dolore che sta vivendo la famiglia della giovane Aurora. Con questa proclamazione verrà disposta l'esposizione della bandiera a mezz'asta presso la sede comunale e vengono invitati i titolari delle attività commerciali e produttive ad esprimere la loro partecipazione mediante la sospensione delle attività durante la cerimonia funebre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento