rotate-mobile
Cronaca

Bufera acquedotti, Codici analizza le spese folli dell'Aca

Codici analizza la gestione finanziaria dell'Azienda Comprensoriale Acquedottistica elencando le anomalie e irregolarità riscontrate sul bilancio consuntivo 2012

All'indomani dell'arresto dei vertici dell'Aca e dell'Ater Chieti, l'associazione Codici analizza la gestione finanziaria dell’Azienda  Comprensoriale Acquedottistica elencando le anomalie e irregolarità riscontrate sul bilancio consuntivo 2012.

"Appare veramente preoccupante il dato dei crediti da riscuotere verso i clienti - spiega Domenico Pettinari di Codici in conferenza stampa -  passiamo da un credito verso i clienti nell'anno 2010 pari a 71.572.915 euro a  77.098.211 nel 2012, quandola Società dimostra un nuovo e allarmante peggioramento nel fatturare e riscuotere con 10 mila euro in più. L'Aca S.p.A. aveva inserito i crediti di 49.389.110 euro da fatture emesse, come crediti da recuperare nell'arco del 2012. Anche nella fatturazione l'Azienda appare deficitaria se si leggono i crediti connessi alle  fatture da emettere".       
               
Quanto ai debiti, Codici spiega che si è passati dai circa 43 milioni del 2010 agli oltre 70 milioni del 2012.

"Veramente preoccupanti - riprende Pettinari - le dichiarazioni riportate dalla Società nel bilancio consuntivo anno 2012 al capitolo riferito alle perdite, dove oltre a non allegare il dettaglio delle perdite suddiviso per i vari comuni soci, precisano che ad oggi occorre intervenire ulteriormente per verificare i dati in possesso, ribadendo la necessità di un sistema informatico territoriale. Appare quindi in maniera chiara che la stessa società non ha ancora il quadro chiaro dell'intera rete idrica gestita e delle dimensioni dei dati delle utenze e perdite. Si potrebbero spiegare così, forse, le regolari emergenze idriche che si presentano ogni anno e le mancate attuazioni di quei lavori urgenti per ridurre le notevoli perdite".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bufera acquedotti, Codici analizza le spese folli dell'Aca

ChietiToday è in caricamento