Gli errori tipici di chi segue una dieta: le cause per evitare l’effetto yo-yo

Chi segue una dieta, soprattutto se non è seguito da una figura professionale specializzata in nutrizione, spesso commette degli errori comuni

Chi segue una dieta, soprattutto se non è seguito da una figura professionale specializzata in nutrizione, spesso commette degli errori comuni, che sono poi quelli che decretano l’esito finale e quello che è definito effetto yo-yo. Che cos’è? Si tratta di un’azione-reazione del corpo, che perde peso e lo riprende, quindi si sgonfia e si gonfia nuovamente, se non si fa attenzione ad alcune cattive abitudini.

Questo accade quando una persona segue un regime alimentare ipocalorico, magari più volte, e lo alterna a periodi di pasti liberi e grandi abbuffate. In poco tempo si riprenderanno, quindi, tutti i chili perduti, se non anche di più.

Digiunare, o quasi, è controproducente. Infatti, il metabolismo finirà per rallentare e si farà molta fatica a perdere peso quando ci si metterà davvero d’impegno. Vediamo allora quali sono gli errori della dieta che conducono all’effetto yo-yo.

Saltare i pasti

Risparmiare calorie è sensato, ma saltare completamente i pasti è controproducente. Questo perché saltare uno dei pasti principali determina una fisiologica carenza di zuccheri, che spinge il cervello a desiderare più cibo per compensazione. In più rallenta il metabolismo.

Carboidrati addio

La pasta fa ingrassare? Non proprio, ma molte persone credono che i carboidrati, quindi anche pizza e pane, gonfino molto e facciano prendere peso. Anche se si dimagrisce velocemente, togliendoli del tutto, alla lunga si andrà incontro a una perdita di energia, di tessuto muscolare e rallentamento del metabolismo

Eliminare i grassi

Anche i grassi sono importanti all’interno di una dieta sana, ma è giusto distinguere tra quelli buoni e cattivi. Tra i primi troviamo quelli contenuti nell’olio Evo, nel pesce e nella frutta secca.

Attenzione ai cibi light

Spesso al supermercato siamo attratti dalla scritta light, ma se leggessimo l’etichetta ci renderemo presto conto che i valori non sono poi così dietetici.

Focus bevande

Bere 2 litri di acqua al giorno fa bene, mentre bisogna porre attenzione alle bibite gassate e zuccherate, perché anche queste contribuiscono all’aumento di peso e al gonfiore di pancia.

Dormire poco

È scientificamente dimostrato che dormire poco fa ingrassare. Incredibile, ma vero, durante il sonno si altera l’equilibrio interno e non riposare adeguatamente aumenta il senso di fame.

Vita sedentaria e attività fisica

Non bisogna concentrarsi solo su quello che si mangia e su cosa evitare di introdurre nel proprio corpo. È necessario regolare anche l’attività fisica, senza eccedere, e contrastare con piccoli gesti e movimenti uno stile di ita troppo sedentario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento