Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Stretta finale sulla vaccinazione con l'hub di Chieti e in provincia tornano i militari

Come annuncia la Asl, il nuovo team mobile della DIfesa sarà operativo dove il tasso vaccinale non ha ancora raggiunto il 70%

Nuovo hub al Pala Colle dell’Ara a Chieti e l’arrivo di un nuovo team mobile della Difesa in provincia: così la Asl Lanciano Vasto Chieti conta di raggiungere l’80 per cento di vaccinazioni a settembre, a fronte di una media attuale pari al 72%.  

La prima giornata di attività del nuovo hub vaccinale entrato in funzione stamane nella palestra di Colle dell’Ara a Chieti è stata salutata oltre che dal personale sanitario, dalle forze dell’ordine e dal team sanitario mobile della Difesa. Il nuovo centro vaccinale sarà operativo dalle 9 alle 14 dal lunedì al venerdì. 
 
Erano presenti l’assessore alla Salute Nicoletta Verì, il prefetto di Chieti Armando Forgione, il sindaco Diego Ferrara nella doppia veste anche di medico vaccinatore, il generale Saverio Pirro, delegato da Figliuolo a seguire le attività vaccinali in Abruzzo, il colonnello dei carabinieri Salvatore Falvo, dirigente del Servizio Sanitario della Legione e coordinatore dei Drive Through Difesa in supporto a Ministero della Salute. Dai rappresentanti delle istituzioni è arrivato il forte richiamo a vaccinarsi nell’hub di Colle dell’Ara dove la prima dose può essere somministrata già dal giorno seguente alla prenotazione. Al momento, come riferiscono i dati della Asl, nel capoluogo sono stati vaccinati poco più di 34 mila cittadini su 47 mila residenti, con percentuali comprese tra il 67% e il 90% nelle diverse categorie di età. 

“Oggi abbiamo visto un’intuizione positiva prendere corpo e siamo davvero molto soddisfatti che il Pala Colle dell’Ara sia divenuto uno dei luoghi della campagna vaccinale contro il Covid – così il sindaco Diego Ferrara – con la Asl abbiamo raggiunto un’intesa che è a vantaggio della comunità e ci auguriamo che questa struttura contribuisca a raggiungere l’80 per cento della popolazione vaccinata, necessaria ad accorciare le distanze con l’immunità di gregge e, dunque a depotenziare il Covid e la pandemia. A Chieti abbiamo percentuali alte di vaccinati, più elevate della provincia, ma la cittadinanza continua a rispondere bene. Ora più che mai bisogna unire le forze, farlo guardando al futuro, costruire insieme una ripresa in sicurezza, abbassando il livello di rischio, cosa possibile al momento soprattutto con il vaccino, oltre che con il distanziamento, specie in vista della ripresa dell’anno scolastico e accademico, che riguarderà decine di migliaia di under 18”.

Sono invece quattro i militari tornati a supporto della campagna vaccinale in provincia di Chieti, guidati dal tenente Antonia Quarantiello, e presenti questa mattina in occasione dell’apertura del nuovo hub teatino. Da domani saranno operativi prioritariamente nei paesi dove il tasso di vaccinati è ancora basso. Si parte da Palena, dove il team si fermerà per tutta la mattina, dalle 10 alle 13, mentre sarà ad Atessa dalle 14.30 e alle 17.30. “Noi ce la mettiamo tutta per fare la nostra parte - ha sottolineato il direttore della Asl, Schael - ma abbiamo ancora bisogno di aiuto per sensibilizzare le persone sull’importanza della vaccinazione per la salute collettiva. Siamo vicini all’obiettivo, è l’ultimo miglio, e possiamo farcela continuando a lavorare fianco a fianco con le comunità locali, come avvenuto in questi lunghi mesi”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stretta finale sulla vaccinazione con l'hub di Chieti e in provincia tornano i militari

ChietiToday è in caricamento