rotate-mobile
Attualità Montenerodomo

Nancy Pelosi a Montenerodomo: "Orgogliosa di ricevere la cittadinanza onoraria"

La speaker della Camera Usa nel paese del nonno paterno: visita ai parenti e nella chiesa dove fu battezzato D'Alessandro senior. Poi in piazza la cerimonia con i sindaci e Marsilio

“È con grande orgoglio ed emozione che accetto questa cittadinanza onoraria e la chiave di Montenerodomo. Adesso non ho altra scelta che tornare”. Strappa un caloroso applauso ai cittadini monteneresi Nancy Pelosi, la prima speaker donna della Camera statunitense, tornata “a casa” nel borgo di Montenerodomo, da dove nel 1891 partì da emigrante, per gli Usa, il nonno paterno Tommaso Fedele D'Alessandro.

La terza carica istituzionale degli Stati Uniti è arrivata a Montenerodomo in tailleur rosa giacca e pantaloni, tra un cordone ferreo di polizia e agenti della scorta. A fare gli onori di casa, nel piccolo centro montano vestito di bandiere tricolori, il sindaco Angelo Piccoli e l'assessore Antonio Tamburrino. Pelosi si è intrattenuta a salutare i bambini del paese, a stringere mani e a scambiare qualche frase con i residenti.

Dopo la visita privata ai parenti rimasti in paese della famiglia Passalacqua, Nancy Pelosi, accompagnata dal marito e da altri 16 familiari, ha visitato la chiesa dove venne battezzato suo nonno e ha deposto un mazzo di fiori al monumento ai Caduti. In piazza Benedetto Croce, poi, il consiglio comunale appositamente convocato per conferirle la cittadinanza onoraria. Il sindaco Piccoli le ha anche donato le chiavi di Montenerodomo.

Presenti alla cerimonia anche i sindaci del comprensorio, parlamentari e consiglieri regionali e provinciali. Nel corso della visita anche il presidente della giunta regionale, Marco Marsilio, ha incontrato la speaker della Camera statunitense.

Dopo aver fatto gli onori di casa, il governatore ha portato il saluto degli abruzzesi. “È un momento importante per la nostra regione”, ha detto il presidente Marsilio, “con la visita della signora Pelosi riallacciamo quel legame, mai dissolto, con gli emigranti che, all’inizio del '900, lasciarono l’Abruzzo per trovare fortuna oltreoceano. È stato un incontro molto emozionante e dall’alto valore simbolico, che per la speaker della Camera americana ha avuto anche lo scopo di rinsaldare le radici con il territorio che diede i natali ai suoi avi”.

Nancy Pelosi in visita a Montenerodomo

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nancy Pelosi a Montenerodomo: "Orgogliosa di ricevere la cittadinanza onoraria"

ChietiToday è in caricamento