rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Attualità Pretoro

"Siamo chiusi dal 25 gennaio, e abbiamo lavorato sette giorni": Passolanciano chiude una stagione senza neve

All'Ansa Fabrizio Di Muzio, proprietario e gestore degli impianti sciistici di Passolanciano parla della peggior stagione degli ultimi trent'anni

 Siamo chiusi dal 25 gennaio, e abbiamo lavorato sette giorni con soli 8 centimetri di neve.  Per la settimana di Pasqua non ci speriamo neanche. Credo sia l'anno peggiore degli ultimi trenta".

Lo ha dichiarato all'Ansa Fabrizio Di Muzio, proprietario e gestore degli impianti sciistici di Passolanciano.

"Le insufficienti nevicate e le temperature altalenanti non hanno permesso in Abruzzo una stagione sciistica continuativa salvo nel bacino dell'Alto Sangro, dove numerose piste sono state aperte grazie a un moderno impianto di innevamento artificiale.

Abbiamo avuto 8 centimetri di neve, siamo stati bravi - riprende Di Muzio - Tutto il nostro lavoro estivo, enorme, di preparazione delle piste: bonifica del terreno, inerbimento, messa in piano, in un ambito del Parco dove tutto questo va fatto a mano". Adesso l'impegno del gestore è tutto rivolto a preparare una "pesantissima revisione dell'impianto, una revisione generale, obbligatoria, di routine, che si fa ogni vent'anni e costa centinaia di migliaia di euro: consiste nello smontaggio totale dell'impianto, entro il primo dicembre 2025.

Fortunatamente - aggiunge Di Muzio - faccio anche altri lavori, altrimenti con una stagione così sarei già morto. Da parte di Passolanciano salutiamo il 2024 così. Quello che è grave è che avremmo potuto fare una stagione pressoché normale se avessimo avuto il tanto auspicato impianto di innevamento artificiale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Siamo chiusi dal 25 gennaio, e abbiamo lavorato sette giorni": Passolanciano chiude una stagione senza neve

ChietiToday è in caricamento