menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arriva il permesso a costruire per il condominio Panoramico a rischio crollo

Le 40 famiglie costrette ad abbanonare le proprie case avranno la possibilità di abbattere e ricostruire la parte più ammalorata dell'edificio, attingendo anche ai benefici governativi dell’Ecosismabonus

Arriva il permesso a costruire anche per il condominio Panoramico, uno dei due palazzi del quartiere Santa Maria a rischio crollo. Un mese fa, era arrivata l'attesa documentazione anche per il palazzo Trinchese. 

Si chiude così una vicenda lunga otto anni. Ora, dunque, le 40 famiglie costrette ad abbanonare le proprie case avranno la possibilità di abbattere e ricostruire la parte più ammalorata dell'edificio, attingendo anche ai benefici governativi dell’Ecosismabonus.

L’ufficio Urbanistica ha dato il via libera con il permesso a costruire, con una fideiussione assicurativa a garanzia degli oneri concessori di ricostruzione dell’edificio, uno strumento che consente di procedere alle operazioni richieste con una garanzia di copertura dei costi, ma allo stesso tempo evitando di corrispondere le somme in un’unica soluzione.

“Eravamo certi che si concludesse positivamente anche l’iter di questa concessione – commenta il sindaco Diego Ferrara – perché abbiamo subito attivato gli uffici, dopo aver ascoltato le ragioni dei residenti. Hanno vissuto un vero e proprio calvario, affrontando problemi e complicazioni enormi ed era necessario che il Comune facesse la propria parte, consentendo che una vicenda annosa potesse risolversi nella cornice delle leggi e con benefici diffusi. Quello dei proprietari, che oggi hanno la possibilità di vedere riconosciuto il proprio diritto alla casa; quello dell’ente a una soluzione equa; della comunità, che attraverso questi atti perde due elementi di rischio, oltre che due detrattori ambientali e guadagnerà una zona riqualificata, sicura e rivitalizzata e quello, infine, di quanti in questi anni, progettisti, tecnici, amministratori di condominio, hanno fatto fronte per arrivare a una soluzione”.

"Continueremo a seguire le ulteriori fasi per monitorare i costi e fare in modo che si trovi il miglior equilibrio possibile per le famiglie coinvolte e per l’ente", aggiunge il vice sindaco Paolo De Cesare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento