menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il rogo di Punta Penna di domenica

Il rogo di Punta Penna di domenica

Incendi dolosi in tutto Abruzzo, il sindaco di Atessa chiede di istituire nucleo investigativo speciale

Borrelli invoca una squadra che possa individuare i responsabili dei tanti roghi che divampano puntualmente in estate

Un nucleo investigativo speciale per scovare i responsabili degli incendi dolosi. È la richiesta avanzata dal sindaco di Atessa, Giulio Borrelli, dopo i roghi divampati in questo fine settimana in diverse zone d'Abruzzo, da Vasto, a Pescara, fino all'Aquila, nelle scorse settimana. 

Incendi anche tra Atessa, Tornareccio e Carpineto, che hanno messo a rischio il patrimonio boschivo e le abitazioni. 

"Gli incendi della stagione estiva, che puntualmente si verificano - dice Borrelli - provocano grandi danni al patrimonio ambientale, mettono a rischio la vita delle persone e richiedono un grande impiego di risorse economiche e di mezzi. Nella stragrande maggioranza di casi, non sono calamità naturali e ineluttabili - accusa - sono tutti scempi compiuti dalla mano dell'uomo, sono misfatti che non possono più restare impuniti". 

"È sempre difficile trovare coloro che appiccano il fuoco - aggiunge - ma, proprio per questo, è ora di pensare di istituire un nucleo nazionale investigativo antincendi, composto dalle diverse forze di polizia, con le sue diramazioni territoriali, diretto da un magistrato, e che si dedichi all'individuazione e alla cattura dei criminali che distruggono interi habitat naturali e mettono a rischio le nostre comunità".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento