menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coprifuoco, Marsilio: "Ragionevole prolungarlo alle 23 se si vuole andare a cena fuori"

Il confronto tra le Regioni sulle riaperture dal 26 aprile. Il governatore interviene su Sky tg24

Il governo lavora alle riaperture: oggi pomeriggio ci sarà il confronto con i presidenti di Regione anticipato, alle 13,30, da una pre-riunione tra i governatori. 

Intanto, per il presidente della Regione Abruzzo, Marsilio, "il rischio" delle riaperture del 26 aprile “va preso per far ripartire il Paese che rischia il collasso” come ha dichiarato durante la trasmissione Start su Skytg24 dove si è espresso chiaramente anche sull’esigenza di posticipare l’inizio del coprifuoco, che da mesi scatta alle 22 ogni sera.

 “Prolungare il coprifuoco alle 23 penso che sia assolutamente ragionevole, se consente di cenare all'aperto la sera, soprattutto nel sud dove ci si avvicina a giornate in cui il sole e la luce arrivano fino a tardi, rientra nella normalità" secondo Marco Marsilio.

“Se si rispetteranno rigorosamente le regole - ha aggiunto il presidente della Regione Abruzzo - sia da parte dei cittadini che degli operatori economici, si potrà gradualmente tornare a fare tutto contenendo il virus durante l'avanzamento della campagna vaccinale.
La vera pressione che subiamo tutti sul tema delle riaperture è il fatto che non c'è stata durante questo lungo e difficile anno, la capacita di mettere in sicurezza categorie economiche e i cittadini, non messi in condizione di lavorare con molti che sono allo stremo delle forze. Le insufficienti le misure di protezione sociale e la copertura economica dei danni subiti diventa la grande vera difficoltà.

È ovvio – ha concluso - che dal punto di vista sanitario se tenessimo l'Italia chiusa per altri due mesi abbatteremmo il residuo di virus che ancora circola, e se con una spinta concreta nella distribuzione massiccia delle dosi di vaccino si riuscisse entro l'estate a mettere in sicurezza la fascia di popolazione sopra i 60 anni cambierebbe completamente tutto il quadro. Purtroppo ci arriviamo con un Paese allo stremo".

Oggi pomeriggio oltre al confronto con i ministri Speranza e Gelmini, ci saranno anche il ministro delle Infrastrutture Giovannini e il ministro dell'Istruzione Bianchi per discutere, appunto, di trasporti e riapertura delle scuole

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento