rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Attualità

Borse di studio, l'assessore Quaresimale rassicura: "Verranno pagate tutte", ma è polemica

Dopo la protesta dell'associazione 360 gradi, l'esponente della giunta regionale spiega: "Stiamo attendendo che si perfezioni il percorso amministrativo attraverso cui lo Stato ci consente di pagare"

“Tutte le borse di studio relative all’anno accademico 2020-21, verranno pagate”. È la rassicurazione che arriva dall’assessore regionale all’Istruzione, Pietro Quaresimale, dopo la protesta dell'associazione studentesca 360 gradi, che aveva lamentato come l'Adsu di Chieti-Pescara non avesse ancora erogato le somme dovute agli universitari.

"Le Agenzie per il diritto allo studio universitario di Teramo e dell’Aquila - spiega l'assessore - hanno già erogato i relativi fondi, mentre per quella di Chieti-Pescara stiamo attendendo che si perfezioni il percorso amministrativo attraverso cui lo Stato ci consente di pagare le borse di studio”.

L'Agenzia di Sviluppo e Coesione ha accolto la riprogrammazione effettuata dalla Regione per la cifra di 4 milioni 100mila euro, destinata al pagamento delle borse di studio.

“La spesa complessiva è di poco superiore a 5 milioni di euro – ha confermato Quaresimale – e possiamo dire che, per la prima volta, verranno soddisfatte tutte le richieste. Il fatto, poi, di finanziare tutte le borse di studio in graduatoria – ha concluso – ci consentirà, per il prossimo anno accademico 2021-22, di ricevere una premialità di fondi dal Governo, pari al 15 per cento in più”. 

Contro l'assessore regionale si scaglia però la consigliera regionale del Movimento 5 stelle Barbara Stella, che commenta: "La questione non è se verranno mai erogate tutte le borse di studio, perché su questo non ci deve essere il minimo dubbio: il diritto allo studio non è una scelta dell’amministrazione regionale. Il problema piuttosto è quando arriveranno questi fondi che le famiglie stanno aspettando, ormai da quasi un anno”.

"In realtà - incalza - oggi tutti gli studenti già avrebbero ricevuto la loro quota di borsa di studio se la giunta di centrodestra avesse dato fin da subito copertura totale alle borse di studio; per fare ciò avrebbero dovuto considerare questa una priorità nelle loro scelte politico-amministrative, ma è evidente che per la giunta a trazione Lega-FdI-Forza Italia non è così. È da queste scelte errate che nasce la lunga e estenuante attesa per le famiglie e per i nostri studenti di ricevere la borsa di studio”.

"Invito l’assessore Quaresimale - conclude la consigliera Stella - a non fare dichiarazioni sui presunti meriti della sua giunta ma piuttosto a considerare le lungaggini che studenti e famiglie sono costrette a subire per avere questo contributo. A fronte delle graduatorie dei beneficiari per l’anno accademico 2021/2022, già pubblicate, ci sono centinaia di studenti che, per l’anno precedente, attendono ancora ciò che spetta loro di diritto”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borse di studio, l'assessore Quaresimale rassicura: "Verranno pagate tutte", ma è polemica

ChietiToday è in caricamento