Abruzzo chiuso per Covid, Marsilio pronto a dichiarare zona rossa: c'è l'ok di Speranza

L'ordinanza regionale firmata dal governatore Marco Marsilio con le nuove restrizioni dovrebbe arrivare oggi. Sulle scuole appello ad attenersi alle norme nazionali, anche in caso di passaggio in zona rossa

L’Abruzzo di nuovo chiuso per Covid. La decisione anticipata ieri sera dal vicepresidente della Regione Emanuele Imprudente sulla necessità di passaggio in zona rossa entro due giorni ha generato apprensione, in particolare per la chiusura di scuole ed esercizi pubblici ritenuti ‘non essenziali’.

La decisione è arrivata al termine dell'incontro avuto con il Comitato tecnico scientifico regionale, che all’inizio si pensava convocato soltanto per decidere eventuali restrizioni maggiori nelle province maggiormente colpite, ovvero L'Aquila e Teramo. 

L'ordinanza firmata dal governatore Marco Marsilio con le nuove restrizioni dovrebbe arrivare oggi ed entrare in vigore a partire da domani, al massimo dopodomani, fino al 3 dicembre. 

“Stiamo discutendo e valutando la proposta di inserire l’Abruzzo tra le regioni italiane in zona rossa, oggi ci consulteremo con gli enti locali, con tutte le altre componenti dell'Abruzzo e faremo le nostre valutazioni. Completeremo i passaggi con il consiglio regionale e decideremo" ha dichiarato all'Adnkronos Marco Marsilio.

Non è escluso, appunto, che la Regione decida di operare una stretta decisa per contenere il contagio da coronavirus, integrando le disposizioni già previste dalle norme nazionali, con la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.

In questo senso, però, ieri sera il presidente del Consiglio regionale dell'Abruzzo, Lorenzo Sospiri, ricordando che il Dpcm del Governo prevede in zona rossa che le scuole materne dell'infanzia fino alla prima media devono restare aperte, ha precisato che laddove ci siano zone dell'Abruzzo con situazioni talmente emergenziali da non poter permettere neanche questo, di contemplare la possibilità di chiudere le scuole soltanto lì. 

"Mi auguro che le notizie di un'imminente chiusura delle scuole in Abruzzo siano infondate. Il presidente Marsilio si attenga alle norme nazionali anche in caso di passaggio in zona rossa. L'esempio della Campania è illuminante: lachiusura delle scuole non ferma il contagio. Marsilio non comprometta il futuro dei nostri bambini e ragazzi!" è l'appello del capogruppo della Commissione Cultura e Istruzione Camera dei Deputati, Gianluca Vacca.

In ogni caso il ministro della Salute Speranza, come ha riferito il governatore Marsilio, è d’accordo con l’inserimento dell’Abruzzo in zona rossa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

Torna su
ChietiToday è in caricamento