menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primo successo esterno del Chieti Fc: i neroverdi si godono la vetta per almeno 24 ore

Una rete del neroverde Micciché all'inizio del secondo tempo chiude di fatto l'incontro con il Pontevomano, che non riesce a recuperare

Dopo il pokerissimo rifilato al Martinsicuro nella prima giornata di campionato all'Angelini, il Chieti Fc segna il primo successo esterno a Castelnuovo Vomano (Teramo), con una rete di Stefano Micciché che, all'inizio del secondo tempo, chiude di fatto la partita contro il Pontevomano.  Grazie a un anticipo di campionato positivo, ieri pomeriggio, i neroverdi si godono la vetta solitaria, almeno per quasi 24 ore. 

Rispetto a sei giorni fa, però, i neroverdi hanno dovuto sudare più del previsto nei confronti della matricola Pontevomano, guidata dal tecnico Capitanio, viste le tante occasioni create nell’area teatina con l’attaccante Manuel Di Sante. Sulla tribuna del piccolo impianto teramano erano davvero tanti i tifosi arrivati a dare la carica a Leccese e compagni, che hanno dato prova di grande maturità anche nei momenti più difficili dell'incontro. La qualità dei singoli ha premiato ancora una volta, soprattutto nella ripresa, quando la squadra è rientrata dagli spogliatoi con atteggiamento propositivo, imponendo il proprio gioco agli avversari.

Marino rilancia dal primo minuto Sebastiano Ronzino, tornato abile dopo l’infortunio alla caviglia, e Marfisi sulla linea nevralgica, al posto di Di Marco che non era al meglio della sua condizione fisica, ma è entrato in corso d’opera. In avanti confermatissimo il trio composto da Delgado, Leccese e Miccichè.

Nei primi 20 minuti di gioco il Chieti fa meglio, ma sciupa due occasioni: prima con Leccese, che spara alto su sponda di Miccichè, e successivamente al 20’ con Farnese, che compie un autentico miracolo sull’incornata di Francis Delgado, su cross calibrato dal connazionale Marwan.

Il Pontevomano, nella seconda parte del primo tempo, esce fuori con grande veemenza, mentre il Chieti accusa la grande aggressività dei padroni di casa che creano due nitide palle gol.

Al 29’ Alonzi è bravo a mettere una pezza su Di Sante lanciato in porta da Gentile. Prima del riposo, altri brividi per la retroguardia neroverde, guidata da Di Lallo e Di Ciccio: ancora Di Sante protagonista,arrem che colpisce la traversa su deviazione decisiva di Alonzi, e ancora l’attaccante di casa da fuori area impegna l’estremo difensore ex Vastese al difficile intervento. Al 45’ è la volta di Palandrani che sbaglia la mira e il tiro termina fuori.

Nella ripresa, i ragazzi di Marino si mostrano da subito impetuosi: l’episodio favorevole arriva dopo appena quattro giri di lancette:

Solita giocata da campione di Delgado, che tenta la conclusione verso la porta di Farnese, ma il tiro viene intercettato con la mano da Palandrani in area di rigore: per l’arbitro Recchia di Brindisi è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta “El Tractor” Leccese che si fa neutralizzare il penalty da Farnese.

Passano due minuti e Miccichè segna il gol che deciderà il match a due passi da Farnese, che questa volta non può fare nulla, se non vedere il pallone infilarsi alla sua destra in rete. Secondo marcatura stagionale per l’esterno d’attacco offensivo, che corre verso la tribuna occupata dai sostenitori neroverdi per festeggiare.

Il momento è propizio per mettere ko il Pontevomano, che rischia di capitolare ancora sotto i colpi di uno scatenato Miccichè, che al 60’ prova il tiro, ma Farnese questa volta si distende e respinge, negando la gioia del secondo gol ai teatini.

Scampato il pericolo, i padroni di casa sciupano quasi alla mezz’ora il gol del pareggio con Di Sante che spara alto da buonissima posizione.

Marino vede i suoi che tirano un po’ il fiato e allora inserisce forze fresche nella zona nevralgica, con Di Marco al posto di Marfisi. Anche Capitanio, in precedenza, aveva inaugurato il valzer delle sostituzioni, con l’ingresso di Pellone per Di Francesco. Forcing finale del Pontevomano che non produce effetti; dall’altra parte, invece, Delgado e Leccese sono chiamati a far salire la squadra.C’è il tempo per gli applausi a Miccichè sostituito da Rodia.

Dopo quattro minuti di recupero il Chieti Fc può alzare le mani al cielo e festeggiare una vittoria dal peso specifico notevole. Sei punti in due partite e zero gol subiti. Miglior inizio non poteva esserci. Domenica prossima si torna all’Angelini per affrontare il Capistrello.

Il tabellino

Pontevomano- Chieti Fc 0 – 1 (0 – 0)

Pontevomano: Farnese, Salvatore(86’st Angelozzi), Palandrani(91’st D’Archivio), Di Francesco(74’st Pellone), Passamonti, Marcozzi, Gentile, D’Orazio, Pallitti, Di Sante M., Maranella

A disposizione: Di Martino, Di Sante S., Merlini, Di Ludovico, Tavoni

Allenatore: Capitanio

Chieti F.C.: Alonzi, Marwan, Di Lallo, Di Ciccio, Ronzino, Marfisi(76’st Di Marco), Pacella, Farindolini, Miccichè(86’st Rodia), Leccese, Delgado

A disposizione: Marra, Salvatore C., Ricci, Malandra, Matano, Centofanti, Cellucci

Allenatore: Umberto Marino

Arbitro: Recchia di Brindisi

Rete: 51’st Miccichè(C)

Note: al 49’st Farnese para un rigore a Leccese

Ammoniti: Passamonti, Palandrani, Pallitti, Di Sante M.(P), Ronzino, Di Ciccio, Di Marco(C)

Angoli: 11-9

Recupero: 0’pt e 4’st

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in Abruzzo 502 nuovi positivi e 10 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento