Situazione campo sportivo Sant’Anna, Vitale (Forza Italia): “Mettere in sicurezza o chiudere”

Nel prossimo consiglio comunale verrà presentata una mozione d’ordine per obbligare Sindaco e Giunta a mettere in sicurezza l’impianto

Una mozione d’ordine per mettere dei "paletti" sulla questione dell’impianto sportivo di calcio S’Anna “Nazzareno La Rovere”. Questo l’obiettivo del consigliere comunale, Emiliano Vitale nella discussione e successiva votazione nel prossimo Consiglio comunale.

Da troppo tempo si parla della messa in sicurezza e dell’agibilità in termini di certificato di tale impianto, ma mai risolto con diverse vicissitudini che si sono susseguite nel tempo fra affidamenti temporanei e bandi. La mozione, qualora venisse approvata nel prossimo Consiglio comunale, non fa altro che obbligare Sindaco e Giunta ad intraprendere tutte le azioni necessaria affinché si sistemino tutti gli aspetti strutturali ed impiantistiche che diano sicurezza ai tanti ragazzi e accompagnatori degli stessi nel frequentare l’impianto. Non interessa chi lo farà considerato che c’è un altro contenzioso con l’attuale gestore, se sarà direttamente il Comune o altri. Per ottenere il certificato di agibilità a detta degli Uffici in un conteggio di massima ed approssimativo si aggira attorno ai 40 mila €. Cosa diversa è chiaramente il rifacimento del manto erboso che è questione prettamente sportiva, la mozione si focalizza sull’aspetto della sicurezza e non contempla il manto erboso che comunque ha un costo molto maggiore, ma questo sarà compito degli uffici decidere chi, come e quando, considerato che è in “gioco” anche l’omologazione. Se non si metterà in sicurezza, per quanto mi riguarda, l’impianto, cosa che chiede la mozione, potrà anche essere chiuso,

Sulla questione economica.

A tal punto se le casse comunali non avranno capienza per tale intervento si potrebbe procedere a chiedere un finanziamento esterno come si sta facendo per altri impianti e chiaramente il sottoscritto rimane a disposizione in tal senso.

Ma qual è la situazione dell’impianto sportivo? Il Comune ha aperto un procedimento di risoluzione contrattuale per inadempienza nei confronti della Ssd Città di Chieti, attuale gestore dell’impianto. Il campo sportivo di Sant’Anna, infatti, non è a norma e quindi inagibile. La particolarità risiede nel fatto che già prima della pubblicazione del bando di concorso l’impianto non aveva le necessarie certificazioni. “Sul bando non si faceva riferimento al fatto che non fosse a norma – spiega il presidente del Città di Chieti, Fabio La Valle – ora mi si chiede una messa in opera nuova ma non si tratta più di manutenzione ordinaria o straordinaria. È una grave inadempienza del Comune, Non spetta a noi. Ho anche proposto di risolvere consensualmente in maniera bonaria il contratto rinunciando a tutto, per non aprire un contenzioso. Vedremo…”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in A14: muore Alessandro Berloni, manager della Fox Petroli

  • Scacco allo spaccio di droga: quattro in manette, sette indagati

  • Auto si ribalta in curva: arrivano i vigili del fuoco per estrarre il conducente dalle lamiere

  • Alcol e droga, strage di patenti: la Polstrada ne ritira 8 in una notte

  • La Nottata lancianese e la notte bianca dello Scalo: il programma del weekend

  • Operazione Tallone d'Achille: giovanissimi facevano il pieno di droga prima delle notti in discoteca

Torna su
ChietiToday è in caricamento