rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Segnalazioni

Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

Moglie del noto musicista, ha dedicato gran parte della sua vita all’insegnamento in vari istituti superiori della provincia di Chieti. Sarà celebrata una messa in suffragio non appena possibile

È scomparsa il 24 marzo la professoressa Lea Curti Pancella. Ne danno il triste annuncio i familiari.

Era nata a Lanciano il 6 novembre del 1928, si è diplomata al Liceo Classico e successivamente ha conseguito la Laurea in Giurisprudenza all’Università di Roma nel 1969 con tesi di Diritto Penale. Si diploma presso l’Istituto Italo-Africano nel 1977 in “Specializzazione Didattica per la Conoscenza dei Problemi dello Sviluppo del Continente Africano”, nonchè in Teologia Morale con tesi “De Iustitia et Iure”.

Ottiene il tesserino da giornalista come corrispondente del quotidiano Il Tempo nel 1952, e come corrispondente dell’Ansa nel 1954, sia come iscritta all’Istituto Italiano di Opinione Pubblica di Milano. Molto attiva in campo artistico e creativo, in gioventù ha recitato nella compagnia Filodrammatica “Roberto Bracco” di Lanciano, scrittrice e autrice, ha collaborato attivamente all’attività del Coro “Giacomo Puccini” di Chieti fondato e diretto dal marito Nicola Pancella, notissimo musicista. Ha dedicato gran parte della sua vita all’insegnamento delle materie di Diritto, Scienza Delle Finanze, Religione in vari istituti superiori della provincia di Chieti, con passione e lasciando sempre nei suoi allievi un ricordo di stima e affetto indelebile per la sua grande umanità. Non ha mai smesso di studiare e approfondire la sua cultura, fin quando negli ultimi anni è sopraggiunta la malattia che ha segnato dolorosamente il suo ultimo periodo di vita.

Ha vissuto intensamente la sua adorata famiglia, l’amore e la dedizione per il marito Nicola e per i suoi figli Tony e Giancarlo. Non essendo attualmente possibile la celebrazione del rito funebre, i familiari annunciano che sarà celebrata una messa in suffragio non appena sarà consentito, in tale occasione tutti quelli che l’hanno stimata e le hanno voluto bene avranno modo di salutarla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

ChietiToday è in caricamento