Addio Contessa: il cane di quartiere che viveva in via Gran Sasso muore dopo un investimento

Il cane era sotto tutela del Comune. "Vogliamo chiarezza sulla sua morte. Perché è stata portata a Lanciano? Si è perso tempo prezioso" dicono gli affezionati

A Madonna delle Grazie mancherà la presenza vigile, schiva e fiera di Contessa, cane di quartiere che dalla sua cuccia al rondò di via Gran Sasso vegliava su tutto e tutti. La cagnolina, che era sotto la tutela del Comune di Chieti, è stata investita domenca e, successivamente, dopo aver avvertito i vigili urbani e atteso il loro intervento, è stata trasferita a Lanciano per le cure. Non ce l’ha fatta ed è morta ieri, dopo che gli operatori del canile rifugio di Chieti hanno provveduto a farla uscire e a portarla in una clinica cittadina, dove è stato fatto tutto il possibile..

Al dispiacere per la sua perdita, oggi si aggiunge la rabbia dei volontari del canile, ma anche di tanti comuni cittadini che si chiedono se Contessa avrebbe potuto salvarsi, se solo non si fosse aspettato così tanto tempo per soccorrerla. “Non sarebbe stato più opportuno rivolgersi a qualche veterinario di Chieti o di Pescara? – si chiede un nostro lettore - Si è perso del tempo prezioso e, forse, ora Contessa sarebbe ancora viva. Era una cagnolina speciale, amata da tante persone. Era anziana, ma non meritava di morire così”.

Per accertare le cause della morte della cagnolina, la salma è stata trasferita all'istituto zooprofilattico. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il rischio è che non si possa avere indietro la salma, per poter seppellire Contessa nella Valle degli affetti, il cimitero per animali a Manoppello, come i suoi affezionatissimi vorrebbero. "In alternativa – propongono – per ricordarla in futuro sarebbe bello poter realizzare una statua vicino al rondò di via Gran Sasso dove dal 2003 Contessa era sempre presente. Ma prima vorremmo che si faccia chiarezza sulla sua morte”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasto e Chieti piangono la scomparsa del professor Domenico Rossi, morto a 50 anni per un malore

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Estate 2020: in spiaggia con la mascherina, sotto l'ombrellone a 1 metro di distanza. Come si andrà al mare

  • Oggi sposi, nonostante il Coronavirus: Jessica e Francesco si sono sposati a Chieti in attesa dei loro gemellini

  • Coronavirus: nessun nuovo caso in provincia di Chieti, ma c'è una persona morta

Torna su
ChietiToday è in caricamento