Cade dai gradini mentre va a riprendere il nipote a scuola e si fa male: "È colpa dell'incuria in cui versa la città"

Una signora è finita in pronto soccorso dopo la caduta vicino alla scuola De Lollis. Il figlio si è rivolto alla polizia municipale

Una signora di Chieti è finita al pronto soccorso ieri dopo essere caduta dai gradini tra via dei Martiri lancianesi e via Cerritelli, mentre andava a riprendere il nipote alla scuola De Lollis. A segnalarlo è il figlio, che subito dopo si è rivolto al vicino comando dei vigili urbani per denunciare l’accaduto.

“Mia madre – dice – è caduta perché il fondo dei gradini su quella strada è completamente distrutto. Lo è da sempre, da quando frequentavo anch’io le elementari e le medie in quella zona. La vecchia amministrazione per dieci anni non ha mai risolto questo piccolo problema che esiste da sempre. Ci sono buche e dislivelli di molti centimetri sull’asfalto: spero vivamente che la nuova amministrazione si appresti a risolvere questo problema per evitare esperienze analoghe”.

Dopo sette ore al pronto soccorso la donna, già invalida, ha riportato una prognosi di dieci giorni dovuta a distorsione della caviglia, contusioni a gamba e mano, lombalgia post traumatica e trauma distorsivo del rachide cervicale.SCALE VIA MARTIRI LANCIANESI-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

Torna su
ChietiToday è in caricamento