menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stop definitivo al project financing dell'ospedale di Chieti

La giunta regionale ha revocato la procedura. Il sindaco Ferrara basito: "Questa è un'offesa per la nostra città: non resteremo inermi"

Cala il sipario sul project financing per l'ospedale SS. Annunziata di Chieti. La giunta regionale, nella seduta odierna, ha approvato una specifica delibera con cui viene definitivamente revocata la delibera di giunta n. 395 del 23.05.2015 e le deliberazioni ad essa conseguenti relative alla progettazione definitiva ed esecutiva, alla esecuzione dei lavori di nuova costruzione, demolizione e ristrutturazione dell'ospedale clinicizzato di Chieti.

Febbo: "Approvata una specifica delibera"

“La scelta effettuata con la delibera di giunta n. 395 di ricorrere allo strumento della finanza di progetto appare inidonea al soddisfacimento dell'interesse pubblico e non coerente con la normativa vigente circa l'utilizzazione di una modalità di finanziamento/contribuzione pubblica dettata invece per il contratto di partenariato, rimesso alla discrezionalità dell’amministrazione aggiudicatrice (ossia la Asl ) e legato ad una scelta da concretizzare in sede di gara” dice il capogruppo regionale di Forza Italia, Mauro Febbo, che a suo tempo si era scagliato contro la Regione a guida D’Alfonso “che aveva avocato a sé tutto il procedimento e l’iter del project.

Per Febbo il policlinico da oggi torna nella programmazione sanitaria “attraverso risorse e progetti certi”. “La Regione – dice ancora il consigliere regionale di maggioranza - prevede di mettere in atto misure volte a rendere agile il sistema ospedaliero continuando a garantire la continuità dei servizi sanitari essenziali alla popolazione. Pertanto, visto le persistenti e particolari condizioni di precarietà strutturale, nello specifico i corpi C e F, accertate presso il SS. Annunziata, è urgente e necessario trovare adeguata soluzione in seno alla vigente programmazione regionale. Infatti nella dgr appena approvata si demanda alla AslL di Lanciano/Vasto/Chieti, l'attivazione di una nuova procedura volta a rendere il plesso del SS. Annunziata di Chieti strutturalmente adeguato agli standard previsti e puntualmente incardinato all'interno della nuova programmazione sanitaria regionale”.

Ferrara: "Un'offesa per la nostra città"

Basito il sindaco di Chieti, Diego Ferrara, alla notizia della revoca della procedura per l’abbattimento e la ricostruzione dell'ospedale.

“Rinunciare a 250 milioni è un’altra offesa per la nostra città - afferma -.Questo fatto, già di per sé gravissimo, che arriva alla vigilia di un pronunciamento del Tar, si somma al depotenziamento del percorso oncologico del nostro nosocomio; si pensi anche alla delocalizzazione di servizi nevralgici per la cittadinanza, come la clinica Dermatologica e quella Odontoiatrica. Pur non volendo fare inutili dietrologie e senza cedere alla cultura del sospetto, ci si chiede se Chieti, oggi guidata da una giunta di centrosinistra, sia diventato un bersaglio politico del governo regionale, che con le sue scelte non ci sta risparmiando scippi e umiliazioni. Ma - conclude - non rimarremo inermi di fronte a questa offesa verso la nostra città”.

Marcozzi (M5s): "Inaccettabile che la giunta non abbia ancora un cronoprogramma per intervenire"

“Mentre il capogruppo di Forza Italia Mauro Febbo afferma che il project financing per il nuovo ospedale di Chieti è stato definitivamente accantonato, si dimentica di specificare cosa la Giunta abbia intenzione di fare per gli interventi necessari alla struttura. Ad oggi non abbiamo tempi certi né sull'eventuale costruzione di un nuovo presidio con i fondi del Ministero della Salute per l'edilizia sanitaria, né su lavori di adeguamento sismico. Sappiamo tutti come la struttura abbia urgente bisogno di ristrutturazione dopo anni di abbandono, ma finora il centrodestra è stato in grado solo di fare promesse vaghe, senza alcun cronoprogramma. Decisamente troppo poco per un governo regionale in carica ormai da quasi due anni" afferma il capogruppo M5S in Regione Abruzzo, Sara Marcozzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento