rotate-mobile
Politica

Sinistra Critica: non difendiamo la Costituzione

I portavoce smentiscono il coinvolgimento di Sinistra Critica all'interno del Comitato per la difesa della Costituzione di Chieti. Le ragioni in un comunicato

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Apprendiamo con divertito stupore che Sinistra Critica Chieti aderisce al Comitato per la difesa della costituzione di Chieti e che il 2 giugno prossimo sarà in piazza a distribuire copie della costituzione repubblicana. Sinistra Critica Chieti, per la sua natura antifascista e anticapitalista, non può in alcun modo difendere una costituzione non solo nata come compromesso tra istanze al ribasso dopo la vittoria della Resistenza e per renderne inefficaci le virtualità più progressiste e rivoluzionarie, ma anche colpevole in grande misura dello sfacelo politico e istituzionale cui assistiamo negli ultimi decenni in Italia. Non si tratta di fare di un compromesso storico moderato qual è la Costituzione un feticcio da difendere e da invocare quando all’interno della sua stessa effettuazione le decisioni prese non piacciono. Si tratta invece di riprendere il valore progressista della Resistenza, farlo rivivere nella situazione attuale e proporre un cambiamento radicale di società che metta in discussione ogni forma di moderatismo antidemocratico. E’ per questo che Sinistra Critica Chieti prende necessariamente le distanze da un Comitato di cui non ha mai fatto parte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sinistra Critica: non difendiamo la Costituzione

ChietiToday è in caricamento