rotate-mobile
Politica

Rimozione Febbo da assessore, Marcozzi (M5S): "Giochi di poltrone già visti"

Per la capogruppo M5S in Regione la rimozione dell’assessore si traduce soltanto in un “regolamento di conti nel centrodestra che oltraggia le istituzioni, per la gioia della Lega delle poltrone”

“La rimozione di Mauro Febbo dall'incarico di assessore alle Attività Produttive, Turismo, Beni e attività culturali e di spettacolo, è la conclusione di giochi di poltrone già visti. Un autentico regolamento di conti interno in perfetto stile western nello scenario di Regione Abruzzo, costantemente svilita e calpestata da Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia per interessi campanilistici legati alle elezioni amministrative” lo dice la capogruppo M5S in Regione Sara Marcozzi, evidenziano “tutta la debolezza e l'incoerenza del presidente Marsilio, in balia delle correnti, delle rivalità e delle ritorsioni all’interno della sua maggioranza”.

Per il M5s è dunque evidente “che i giochi politici relativi al benservito a Mauro Febbo siano quanto di più lontano dalle priorità e reali esigenze degli abruzzesi alle prese con le difficoltà sanitarie ed economiche causate dalla seconda ondata della pandemia da Coronavirus”. Ciononostante, “oggi arriva un altro oltraggio alla Regione, - aggiunge Marcozzi - piegata alle necessità della'Lega delle poltrone', che adesso potrà gioire per aver raggiunto il primo obiettivo dall'inizio della Legislatura, in barba alle reali esigenze dell'economia regionale”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimozione Febbo da assessore, Marcozzi (M5S): "Giochi di poltrone già visti"

ChietiToday è in caricamento